Costituzione Europea – XIV Legislatura Pamela Morassi – 6 ...

De
Publié par

Costituzione Europea – XIV Legislatura Pamela Morassi – 6 febbraio 2006 Ratifica ed esecuzione del trattato che adotta una Costituzione per l’Europa Divenuta Legge numero 57 del 7 aprile 2005 Il disegno di legge è stato approvato definitivamente dal Senato il 6 aprile 2005,

Publié le : lundi 16 avril 2012
Lecture(s) : 100
Nombre de pages : 2
Voir plus Voir moins
Costituzione Europea – XIV Legislatura Pamela Morassi – 6 febbraio 2006 Ratifica ed esecuzione del trattato che adotta una Costituzione per lEuropa Divenuta Legge numero 57 del 7 aprile 2005 Il disegno di legge è stato approvato definitivamente dal Senato il 6 aprile 2005, dopo un iter durato 6 mesi solo perché la Lega Nord ha fatto di tutto per richiamare lattenzione sul provvedimento, mentre tutto il resto del Parlamento puntava ad una approvazione in tempi rapidissimi, per questioni di prestigio internazionale ma senza minimamente coinvolgere i cittadini. Il ddl di conversione infatti, sul quale solo i ministri leghisti hanno espresso voto contrario, era stato presentato il 29 ottobre 2004, la sera stessa della firma del Trattato nella capitale italiana. La Lega Nord non voleva questo Trattato per numerosi motivi, tutti riconducibili ad una semplice analisi: LEuropa che abbiamo oggi, così comè, non ci piace: è unelefantiaca sovrastruttura tecnica, sempre più lontana dal sentire popolare e sempre più sterile, schiava del suo tentativo di regolamentare ed uniformare la nostra vita quotidiana. Il trattato Costituzionale, che poteva offrire loccasione per una riforma profonda e per una riflessione di tipo valoriale, si è limitato a cristallizzare lesistente, e si è ridotto ad essere nullaltro che lennesimo trattato concordato tra pochi, alc hiuso delle “sale dei bottoni” e calato dallalto sui popoli europei. Da qui, il “no” della Lega sul trattato ed il “no” della Lega allEuropa senza anima e senza valori e al suo allargamento senza senso e senza freni. No ad un trattato sul quale i parlamenti ed i popoli non hanno potuto minimamente dire la loro. Nelle aule Parlamentari la battaglia della Lega Nord è stata essenzialmente giocata sulla richiesta di approfondimenti, sul coinvolgimento della società civile sui temi del trattato, e soprattutto sullindizione di un referendum consultivo tra tutti i cittadini. A questo proposito è stata presentata una specifica proposta di legge Costituzionale a firma Cè ed altri "Indizione di un referendum per la ratifica del Trattato che istituisce una Costituzione per lEuropa", che avrebbe subordinato la ratifica da parte del Presidente della Repubblica ad un esito positivo della consultazione popolare appositamente indetta. La proposta è stata respinta da tutte le altre forze politiche, benchè a mezzo stampa numerosi esponenti di altri partiti si fossero dichiarati favorevoli ad una consultazione popolare.
E storia nota che oggi, ad un anno e mezzo dalla firma, il trattato si trovi in una situazione di impassetotale, bloccato dallesito negativo proprio di due consultazioni referendarie, in Francia ed in Olanda, senza che sia prevista ancora una procedura chiara per rivedere il trattato o cassarlo definitivamente.
Soyez le premier à déposer un commentaire !

17/1000 caractères maximum.

Diffusez cette publication

Vous aimerez aussi