PROVINCIA DI VARESE SINTESI PRINCIPALI OBIETTIVI

De
Publié par

COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE PROVINCIA DI VARESE SINTESI PRINCIPALI OBIETTIVI MARKETING TERRITORIALE…………………………..PAG. 2 SOSTEGNO ALL’INDUSTRIA…………………………….PAG. 12 ORGANIZZAZIONE RETE VIARIA……………………...PAG. 14 SICUREZZA AMBIENTALE……………………………….PAG. 16 EDILIZA SCOLASTICA…………………………………….PAG. 17 LAVORO E FORMAZIONE E ISTRUZIONE…………….PAG. 18 PIANI…………………………………………………………..PAG. 19 SPESE E INVESTIMENTI………………………………….. PAG. 21 1 1) MARKETING TERRITORIALE Per quanto riguarda il Marketing Territoriale la Provincia di Varese si è siamo mossa lungo tre direttrici : Turismo, Prodotti tipici, Industria. In particolare, nel settore del Turismo, abbiamo operato come segue: Realizzazione di uno studio generale e del piano di marketing conseguente Attivazione degli strumenti: - Convention Bureau - Agenzia del Turismo - Sito Turismo Realizzazioni delle azioni promozionali - Varese Cartoon Forum 2003, - Fiere e promozione del turismo business - Promozione del turismo Leisure - Mondiali di ciclismo Nel settore dei prodotti tipici, abbiamo impostato le seguenti azioni: - Rafforzamento. dei "prodotti" attraverso la codifica e le normative internazionali (denominazioni di origine controllata e altro); - Promozione del mercato interno ed esterno. Nel settore dell'industria abbiamo agito come segue: - Supporto all'industria aeronautica.
Publié le : lundi 16 avril 2012
Lecture(s) : 46
Nombre de pages : 21
Voir plus Voir moins
 TIKEAR MRIER TNGELAIROT  2 S SO.P.GA .LINDUSTTEGNO ALP.AIRGAORZZNI. AG2  1IVRATE EENR ZAOI.PAG..IA AZZERUCIS 41  .LETAENBIAMLIDE AZILOCSITSA.P. AG6  1P.GA .1  7ALOVORCAOIZURTSI.ENMAOR F EE E ONZI  18PAG.NI PIAESNVMETISEPE I E  .GS 91AP.. 21     .. PAG. TNI
 
   
PROVINCIA DI VARESE SINTESI PRINCIPALI OBIETTIVI   
  COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE   
  
1
                    
1) MARKETING TERRITORIALE  Per quanto riguarda il Marketing Territoriale la Provincia di Varese si è siamo mossa lungo tre direttrici : Turismo, Prodotti tipici, Industria.  In particolare, nel settore del Turismo, abbiamo operato come segue:  Realizzazione di uno studio generale e del piano di marketing conseguente Attivazione degli strumenti:  - Convention Bureau - Agenzia del Turismo - Sito Turismo  Realizzazioni delle azioni promozionali  - Varese Cartoon Forum 2003, - Fiere e promozione del turismo business - Promozione del turismo Leisure - Mondiali di ciclismo  Nel settore dei prodotti tipici, abbiamo impostato le seguenti azioni:  - Rafforzamento. dei "prodotti" attraverso la codifica e le normative internazionali (denominazioni di origine controllata e altro); - Promozione del mercato interno ed esterno.  Nel settore dell'industria abbiamo agito come segue:  - Supporto all'industria aeronautica. Nèw York, interlocuzione con esponenti governativi del territorio, Fiera del Volo - Supporto all' industria dell' aviazione civile e di Malpensa. Sostegno alle compagnie in difficoltà (Caso Volare); supporto all'azione degli operatori di Malpensa (MLE e logistica, SEA - Terza pista, Linate, privatizzazione); promozione delle infrastrutture. - Supporto all'industria tessile. Lavoro con CCIAA per la denominazione di origine dei prodotti tessili, Fiera del Tessile, provocazioni sui dazi. - Il caso Lazzaroni  Inoltre, sul fronte "prodotto", abbiamo attuato una serie di interventi importanti che non si possono citare al completo. Ci limitiamo in questa sede a considerare alcuni progetti o realizzazioni che - per le loro caratteristiche - sono più adatti a rendere il senso dell'azione di marketing complessiva, come ad esempio:  - Il progetto di realizzazione del Museo dell' aeronautica Aeronautica, a supporto sia del turismo leisure, sia dell'immagine della nostra industria "con le ali", sia dell'aeroporto di Malpensa e di tutte le attività ad esso connesse; - Il rilancio del Premio Chiara, contenuto e veicolo di promozione della nostra cultura e di un modo di vivere il territorio in maniera "leisure" e culturalmente consapevole. - Il sostegno al FAI nella gestione di Villa Panza. - Gli interventi di riqualificazione e manutenzione dell'Eremo di Santa Caterina del Sasso a
 
2
Leggiuno, della Badia di Ganna, del Chiostro di Voltorre, di Villa Recalcati, Con l'apertura al pubblico di nuove sale e spazi. - Il completamento della pista ciclabile sul lago di Varese, e l'inizio della costruzione di quelle sul fiume Olona e sul lago di Comabbio; - Il sostegno ai complessi di Arcumeggia, Castiglione Olona, Castelseprio, del Campo dei Fiori, del Sacro Monte (con il Museo Pogliaghi). - L'accordo con la curia milanese per la conservazione del patrimonio artistico e architettonico delle nostre parrocchie. - Il recupero del tracciato del "trenino della Valmorea" . - L'acquisizione, l'ammodernamento e il ripristino della Funivia del Sasso del Ferro a Laveno. - L'impegno sulle strade e sulle ferrovie di collegamento del nostro territorio. - Hub Australia a Gavirate    TURISMO IN PROVINCIA DI VARESE MARKETING TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE  Il turismo esprime nella realtà economica della provincia di Varese una sempre maggiore rilevanza nell’ambito delle strategie di sviluppo locali. All’interno di uno scenario industriale molto forte e ben radicato, la provincia di Varese sta riscoprendo la propria vocazione turistica. Una vocazione che vede le proprie origini fin dall’inizio dello scorso secolo e che, oggi, si sta adeguando all’odierno mercato turistico, molto più esigente e sofisticato.   Il Marketing Plan sul Turismo E’ stata realizzata un’approfondita analisi al fine di studiare le caratteristiche dell’area (offerta turistica) e di incrociarla con le dinamiche e trend di consumo (domanda turistica). Da tale lavoro si sono individuati gli obiettivi generali di sviluppo turistico, con l’identificazione dei prodotti da sviluppare e dei relativi target di riferimento.   GLI STRUMENTI  VARESE CONVENTION BUREAU Varese Convention Bureau nasce come progetto speciale nell’ambito del Protocollo di Intesa tra Provincia di Varese e Camera di Commercio di Varese. Operativo dal 1 settembre 2003 e presentato ufficialmente agli operatori del settore congressuale a novembre 2003 in occasione della Borsa del Turismo Congressuale, Varese Convention Bureau ha come obiettivo quello di promuovere Varese e la sua provincia come destinazione per congressi, meeting e viaggi di incentivazione. In particolare, Varese Convention bureau si adopera per valorizzare al massimo l’immagine e le potenzialità del nostro territorio nel settore congressuale e del business travel (turismo d’affari     
3
 IL SITO www.vareselandoftourism.it  la terra dei laghi raggiunge on line tutto il mondo Il sito di promozione turistica del Varesotto si chiama www.vareselandoftourism.it , si presenta con un immagine accattivante con i colori del logo sole-verde-laghi  di Varese Land of Tourim e un home page dominata dall’emblematica panoramica di Santa Caterina del Sasso. In assoluto è il primo sito completo e superaccessoriato del turismo in provincia di Varese. Realizzato da Provincia e Camera di Commercio di Varese, in convenzione per la promozione del territorio dei laghi, ne permette l’approccio e la conoscenza attraverso l’offerta dei vari pacchetti/percorsi nei quali sono state organizzate le risorse paesaggistiche, leisure, congressuali, artistiche, culturali, religiose, sportive, enogastronomiche..    AGENZIA DEL TURISMO Stanno maturando i tempi per la realizzazione di un Agenzia per la promozione del turismo in provincia di Varese con lo scopo di rendere più efficiente la gestione delle attività già attualmente in corso e gestite da provincia e Camera di Commercio. L’Agenzia del Turismo nasce come naturale evoluzione del lavoro svolto dal “tavolo” del Protocollo d’intesa nel corso degli ultimi tre anni. Le attività gestite da Provincia e Camera sono articolate in quattro macro aree: come marketing prodotti turistici,  qualificazione offerta turistica,    rete informativa turistica e funzioni amministrative turismo.    
PRODOTTI TURISTICI SOTTO IL SEGNO DI VARESE LAND OF TOURISM  
  Il nuovo logo di Varese provincia turistica “Varese Land of tourism” è il risultato di uno studio della “In Testa” società del Gruppo Armando Testa che ha idealizzato Varese e il suo territorio con “macchie” di colore che rappresentano il sole, i laghi, il verde delle Prealpi. Il nuovo logo identificherà tutte le azioni promozionali (editoriali, pubblicitarie, redazionali) che la Provincia, La Camera di Commercio, e l’Apt realizzeranno per far conoscere quest’angolo di Lombardia.   
 
4
 I PRODOTTI  TURISMO CONGRESSUALE Varese, provincia con laghi, ville, giardini, dimore storiche, etc, si candida per essere location di raffinati ed organizzati congressi  TURISMO SCOLASTICO Nell’ambito di un target di riferimento preciso (anni 8-12), è stato individuato un grosso mercato inerente alle gite scolastiche che annualmente i vari istituti scolastici definiscono  TURISMO CULTURALE Tale prodotto turistico si basa su due filoni storici consolidati. Da un lato la valorizzazione e la gestione dei numerosi beni artistico-architettonici della Provincia (es. S. Caterina del Sasso) valorizzati dalle rassegne musicali, teatrali, etc, organizzati nell’ambito del programma Provinciale di Preziosità da Vivere. Dall’altro l’accordo con interlocutori forti come FAI, BA Film Festival, Premio Letterario Chiara, consente di realizzare mostre ed eventi vari nel territorio provinciale che hanno un significativo richiamo turistico Il territorio della provincia di Varese è caratterizzato da numerose e belle valli con notevoli punti ampiamente panoramici sui laghi e le montagne circostanti. Sono luoghi da scoprire ed apprezzare in ogni stagione grazie alla vegetazione, ricca di piante e fiori autoctoni, che per varietà di colori e di sfumature offre scenari naturali suggestivi ed in continua trasformazione. Interessante è il patrimonio architettonico rurale che ha segnato la storia dei luoghi e che in alcuni casi felici, come nei cosiddetti “paesi dipinti” quali Arcumeggia, Marchirolo, Brunello, Dumenza (Runo), San Fermo di Varese e Induno Olona, ne ha ridato vitalità con un lavoro di integrazione armoniosa tra arte contemporanea, ambiente e natura. Tutti questi elementi utili alla passione per la propria storia ed al forte attaccamento al territorio hanno reso possibile la valorizzazione di piccoli centri che, per l’intervento oculato e sapiente dell’uomo, continuano a vivere e generano lo stupore in chiunque decida di andare alla loro scoperta. Ma il nostro territorio è anche terra di confine e di transito, attraversata da storiche vie di comunicazione, Sempione e Gottardo, dove viene tutelato e conservato un considerevole patrimonio d’arte religiosa: monasteri abbazie, santuari molti dei quali dedicati alla vergine, sono ancora luoghi non solo di preghiera ma anche siti che, per la loro bellezza, lasciano senza parole. Alcune chiese sorgono in particolari località, basti pensare al maestoso complesso della Via Sacra del Sacro monte di Varese.  PREMIO CHIARA Questo appuntamento ha conosciuto via via momenti di sempre maggiore celebrità. Il premio sta sviluppandosi ulteriormente così come sono cresciuti l’entusiasmo partecipativi e il livello degli autori che si sono avvicinati anno dopo anno. Gli uomini d’arte e cultura che hanno raccontato la nostra terra costituiscono uno dei migliori veicoli di marketing per farci conoscere. Con il contributo dell’Associazione Amici di Piero Chiara questo livello di conoscenza è andato crescendo sensibilmente.  SOSTEGNO FAI Con specifici stanziamenti la Provincia di Varese ha sempre sostenuto gli eventi organizzati dal Fondo per l’Ambiente Italiano sia a Villa Panza sia nelle altre prestigiose sedi presenti sul territorio varesino (Villa Della Porta Bozzolo, Torre di Velate, Monastero di Torba) e collaborato
 
5
attivamente con la delegazione di Varese per le molteplici attività promozionali avviate. Nell’ambito del programma di immagine coordinata predisposto dal Settore Marketing la Provincia di Varese concede il patrocinio a tutte le attività previste dal FAI nelle proprie sedi del territorio nonché alle attività previste dalla Delegazione di Varese.  BENI ARCHITETTONICI Com’è noto, la Provincia di Varese è proprietaria di vari immobili di pregio: villa Recalcati sede della Provincia, Santa Caterina del Sasso, le Cascine del Quiquio, il Chiostro di Voltorre, la Badia di Ganna, il Monastero di S. Maria Assunta di Cairate e santa Maria Foris Portas. Vengono impegnate grandi risorse economiche nel recupero e nella conservazione di questi beni, alcuni dei quali in stato di grave necessità. Sono state promosse convenzioni con società no profit che allestiscono mostre e spettacoli e sono state pianificate iniziative promozionali per far conoscere al rande pubblico queste preziose risorse.  IL PARCO CULTURALE DEI LAGHI Un "parco" per riscoprire e valorizzare la grande tradizione culturale del nostro territorio. Un parco che non sia solo "tempio" per la letteratura ma per tutto ciò che, attingendo dal paesaggio della provincia, ha fatto e "fa" cultura. E' la sintesi del che troverà sede nelle ex serre, ristrutturate a cura dell'assessorato al Patrimonio e beni architettonici. Il "Parco culturale dei Laghi" - l'iniziativa nata dalla collaborazione fra Provincia e l'Associazione Amici di Piero Chiara - "divulgherà una visione del territorio coincidente con una visione culturale dello stesso" attraverso gli artisti che col territorio della provincia hanno avuto un rapporto diretto.  CONTADO DEL SEPRIO Sviluppare le potenzialità di un territorio che, quanto a ricchezza di natura, non è secondo a nessuno. Creare le condizioni per migliorarne la conoscenza e l’utilizzo. Salvaguardarne le caratteristiche storiche, naturalistiche, paesaggistiche. Il programma Interreg IIIA “Naturalità e Comunicazione nel Contado del Seprio” interessa le valli fluviali del Laveggio (in Canton Ticino) del Lanza, dell’Olona e del Tenore (nelle province di Varese e Como). Il progetto ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lombardia.  ARCUMEGGIA Il ministero dell’Economia e delle finanze ha stanziato finanziamenti per il recupero di una delle più preziose testimonianze d’arte e cultura dell’alto Varesotto: i dipinti di Arcumeggia. Intervenire su Arcumeggia significa lavorare per salvaguardare un autentico patrimonio che è al tempo stesso di storia, d’arte e di cultura non solo locale. Il segnale è tanto più significativo in quanto dalla fine del 2005 la Provincia diventerà l’Ente capofila della Commissione per la salvaguardia di Arcumeggia. Ciò significa che si potrà preparare nel migliore dei modi il cinquantesimo anniversario della nascita del paese dipinto riconsegnando all’antico splendore tutto il patrimonio artistico”.  SACRO MONTE Il colle che sovrasta Varese, in particolare, nasconde preziosità in ripristino come il museo Pogliaghi sul quale la Provincia sta intervenendo per rivitalizzare l'antico borgo d'arte e di cultura. Insieme alla fondazione Cariplo Villa Recalcati finanzia infatti al 50%, con circa settecentocinquantamila Euro, i lavori di restauro, recupero e adeguamento storico dell'immobile, casa museo dell'artista Milanese Lodovico Pogliaghi, che, proprio lì, visse dal 1885 alla morte  6
(1950). Con il recupero e la valorizzazione della casa-museo del Sacro Monte si ha modo di destinare all'attenzione del pubblico una esperienza culturale stimolante ed unica che, se vissuta, permetterà di apprezzare sia l'uomo sia l'artista nell'ampiezza dei riferimenti culturali suoi e di quella generazione che connotò la cultura italiana tra la fine dell'Ottocento e la prima guerra mondiale.   TURISMO ENOGASTRONOMICO all’interno del processo di valorizzazione di quelli che sono i prodotti ed i sapori tipici del nostro territorio, si cercherà di sviluppare insieme al settore Agricoltura una serie di pacchetti ed itinerari turistici legati al turismo enogastronomico. Già attualmente sono attivi diversi strumenti per valorizzare gli agriturismi e i loro prodotti. L’opera di valorizzazione per il riconoscimento della tipicità di alcuni prodotti locali ha incassato come primo risultato l’allargamento del territorio per la produzione del Gorgonzola DOP anche alla Provincia di Varese. Nella nostra provincia si cominciano a produrre e a gustare, come cento anni fa, in particolare nell’angerese, dei buoni vini che hanno ottenuto l’IGT cioè l’indispensabile riconoscimento che permette di ampliare l’attività di coltivazione e soddisfare così le richieste dei produttori e degli estimatori del buon vino. Il territorio e i produttori agricoli hanno prodotto un’altra richiesta che si avvia alla sua fase conclusiva, per il riconoscimento di tipicità alla Formagella del Luinese Ma ci sono altri prodotti che deliziano il palato e meritano eguale trattamento come il Violino di capra, gli Asparagi di Cantello, il Miele varesino e, non ultimo, il Vino di Angera, cioè l’erede di una tradizione vinicola molto diffusa nel varesotto fino all’inizio del XX secolo.   TURISMO RELIGIOSO  La Provincia di Varese e la Camera di Commercio di Varese , nell’ambito della promozione turistica del territorio, hanno realizzato degli itinerari di turismo religioso: quattro diversi percorsi di fede tra monti, laghi e santuari. In particolare, per la “ Devozione Mariana”  viene proposto un itinerario che si snoda lungo il territorio provinciale fino a quel Sacro Monte di cui ricorre il quarto centenario dall’inizio dei lavori per la costruzione della “ Via delle cappelle ” che conducono al santuario di Santa Maria del Monte.  Capillare è inoltre la diffusione di depliant con gli itinerari religiosi in tutte le parrocchie della Lombardia e in quelle delle province delle regioni confinanti. Il materiale promozionale è tradotto in italiano, francese, tedesco e inglese. La Provincia di Varese e la Camera di Commercio di Varese , nell’ambito della promozione turistica del territorio, hanno realizzato degli itinerari di turismo religioso: quattro diversi percorsi di fede tra monti, laghi e santuari. In particolare, per la “ Devozione Mariana”  viene proposto un itinerario che si snoda lungo il territorio provinciale fino a quel Sacro Monte di cui ricorre il quarto centenario dall’inizio dei lavori per la costruzione della “ Via delle cappelle ” che conducono al santuario di Santa Maria del Monte.  Capillare è inoltre la diffusione di depliant con gli itinerari religiosi in tutte le parrocchie della Lombardia e in quelle delle province delle regioni confinanti. Il materiale promozionale è tradotto in italiano, francese, tedesco e inglese.  TURISMO LEISURE La zona dei laghi e dell’alto varesotto storicamente vanta significative presenze a livello alberghiero, di campeggi, B&B, etc, con turisti provenienti principalmente da Lombardia (Milano) Svizzera, Germania e Olanda. Varie attività di comunicazione (fiere, materiali informativi, etc) sono finalizzati a mantenere e consolidare tale mercato che in termini di flussi turistici satura annualmente la capacità ricettiva del territorio.
 
7
  TURISMO AEROPORTUALE Come detto sopra, l’aereoporto di Malpensa deve diventare una porta significativa per la provincia sul mondo. Sono state organizzate campagne di comunicazione per sensibilizzare il viaggiatore che transita su Malpensa riguardo le diverse opportunità che può trovare a 10 minuti dal proprio aeroporto. Tale campagna si è svolta in tutti gli aeroporti italiani, su tutti i voli Alitalia e direttamente a Malpensa, sia nella zona ritiro bagagli che nella zona Arrivi.   TURISMO E PROMOZIONE SPORTIVA La Provincia di Varese dispone di numerose strutture sportive all’interno del proprio territorio, in grado di coprire qualsiasi tipo di disciplina. Coniugando opportunamente la capacità ricettiva alberghiera con la presenza e la disponibilità di tali strutture, la provincia di Varese è in grado di ricevere squadre e team sportivi di qualsiasi livello, dai professionisti agli amatori, con livelli professionali di assistenza tecnica, medica, logistica all’avanguardia.  CAMPIONATI MONDIALI DI CICLISMO SU STRADA Varese è provincia mondiale per il ciclismo. Infatti, nel 2008, sarà proprio il territorio dei laghi ad ospitare i Campionati del Mondo di Ciclismo su Strada dopo più di mezzo secolo dalla memorabile edizione del 1951. Il territorio varesino forte della sua qualità ambientale, dotato di ottime strutture sportive e di una fitta rete di collegamenti autostradali, ferroviari e aeroportuali risulta una delle aree meglio servite d’Europa. L’esperienza maturata nell’organizzazione della “Tre Valli Varesine” ha sempre collocato Varese tra i terreni di gara più prestigiosi. E in questo scenario ci si è messa pure la magia delle coincidenze numeriche: nel 2008 si correrà la 75° edizione dei mondiali che coinciderà con il 75° anniversario della vittoria iridata del varesino Alfredo Binda, il primo campione del mondo nella storia del ciclismo. Ma Varese ha dato i natali a molti altri nomi dello sport e del ciclismo in particolare: Luigi Ganna che diventò in seguito uno tra i primissimi imprenditori delle due ruote. E ancora il caparbio Claudio Chiappucci e più recentemente Stefano Garzelli, Ivan Basso, Daniele Nardello, Stefano Zanini, Gabriele Colombo qui hanno iniziato a farsi le gambe per portare poi orgogliosamente il nome di Varese nel mondo. Insomma, ambiente, agonismo e imprenditorialità hanno fatto la fortuna di questa suggestiva e industriosa parte della Lombardia e ne costituiscono ancora oggi la risorsa più importante.   HUB AUSTRALIA La Provincia di Varese e l’Australian Sports Commission cioè il comitato, simile al nostro CONI, che gestisce le attività sportive del nuovo continente, stanno attivamente collaborando per realizzare sul territorio varesino un centro per atleti australiani. L’operazione rientra nella strategia provinciale di sostegno e promozione sportiva offerta a largo raggio e che è riuscita a “catturare” proprio gli atleti australiani favorevolmente colpiti dal nostro ambiente, per altro a due passi dall’aeroporto intercontinentale di Malpensa, nonché dalla efficienza e varietà delle nostre strutture sportive. Infatti, il centro o hub, che sorgerà a Gavirate, funzionerà da vero e proprio snodo per gli atleti delle nazionali australiane che potranno allenarsi ed impegnarsi nelle varie discipline presso gli impianti disseminati nel territorio dei laghi  
 
8
Alcuni precedenti illustri? Due su tutti, la nazionale australiana di atletica che a Varese ha preparato le ultime Olimpiadi, ma soprattutto la candidatura di Varese ad ospitare i Mondiali di ciclismo del 2008.  
INFRASTRUTTURE  TURISTICHE E RICREATIVE  PISTE CICLABILI Il piano delle Opere Pubbliche ha previsto tutti gli interventi finalizzati al completamento dell’anello ciclopedonale lungo il perimetro del lago di Varese. E’ un intervento importante che ha coinvolto i comuni rivieraschi a completamento del più vasto processo di recupero del lago, che consegna a tantissimi cittadini il godimento turistico e sportivo di un’area ambientale di particolare suggestione. Prevista, inoltre, in collaborazione con le Province di Como, Lecco ed il Cantone Ticino, nel quadro del programma di iniziativa comunitaria Interreg III Italia, la progettazione di una “dorsale ciclabile insubrica per la valorizzazione transfrontaliera delle risorse naturali, turistiche e culturali”. La Provincia è anche impegnata nella definizione di un Protocollo d’intesa con i vari comuni lacuali per realizzare una pista ciclopedonale in prossimità del lago di Comabbio collegata all’anello del lago di Varese. Con il progetto Valmorea, la Provincia ha inteso valorizzare l’area ove è inserito il vecchio tracciato della ferrovia omonima da Cantello a Castellana , con la realizzazione di una pista ciclopedonale da Castellanz a Torba (Gornate Olona).  TRENINO VALMOREA Con l’accordo del 21 ottobre 2004 il piano di recupero della vecchia linea ferroviaria della Valmorea compie un nuovo passo in avanti. La Provincia di Varese, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del proprio territorio, del patrimonio artistico e naturale, ha individuato quale obiettivo strategico di legislatura la riqualificazione e valorizzazione dell’asta fluviale dell’Olona dal confine svizzero a Castellanza. In tale ambito la Provincia di Varese ha individuato, quali elementi fondamentali per il programma di riqualificazione, il recupero della tratta ferroviaria della Valmorea, nonché la realizzazione di un percorso ciclopedonale di Valle.   FUNIVIA DI LAVENO Partiti i lavori di riqualificazione della Funivia di Laveno. Il rifacimento a nuovo dell’impianto dovrebbe essere ultimato entro il 2005. L’opera sarà realizzata mantenendo le attuali stazioni e lo stesso tracciato senza alterare l’ambiente. La costruzione del nuovo impianto si è resa necessaria in quanto il 26 novembre 2003 è scaduta la vita tecnica di 40 anni sancita dalle normative vigenti in materia di impianti a fune per il trasporto pubblico dei passeggeri. A sbloccare una situazione sono intervenuti la Provincia di Varese con l’appoggio del Comune di Laveno Mombello, della Comunità Montana della Valcuvia e della Regione. In brevissimo tempo il Presidente della Provincia di Varese, Marco Reguzzoni, ha individuato le modalità e le risorse per mantenere in vita tale importante risorsa turistica. Dal 2003 ad oggi sono state concesse due proroghe dal Ministero dei Trasporti per permettere il corretto funzionamento dell’impianto garantendo così l’apertura al pubblico, l’ultima subordinata alla presentazione del progetto definitivo.      
9
AZIONI PROMOZIONALI E DI SOSTEGNO
    CARTOON FORUM 2003 Il Cartoon Forum è il punto di incontro per produttori europei di cartoni animati che vogliono negoziare finanziamenti per nuovi progetti. La quattordicesima edizione del Cartoon Forum si è tenuta a Ville Ponti tra il 18 e il 21 settembre 2003. Dopo undici anni da Firenze, la manifestazione è tornata in Italia, nella splendida cornice della provincia dei laghi , per ospitare oltre settecento addetti ai lavori e metterli in contatto, in anteprima, con tutti i nuovi progetti di animazione destinati alla televisione. Voluta da Provincia, Camera di Commercio e Comune di Varese, la manifestazione ha anche rappresentato un esempio importante di collaborazione tra enti locali. Logo della manifestazione varesina è stato il gallo volante già presente nel simbolo provinciale e utilizzato in vari eventi di promozione territoriale. Organizzato per sviluppare il finanziamento dei programmi audiovisivi di animazione, il Cartoon Forum ha rappresentato un’importante occasione per la provincia di Varese che si è vista proiettata sulla scena internazionale.   LA FIERA DEL VOLO Con la Fiera del Volo è stato “svelato” al grande pubblico, la storia della nostra provincia aviatoria, la “Provincia con le ali”, cioè una terra che ha visto nascere l’aeronautica nazionale e l’industria ad essa collegata. La rassegna di manifestazioni, incontri e celebrazioni ideate per commemorare un secolo dopo, la prima grande ed emozionante avventura dei fratelli Wright, hanno trovato in questa occasione il momento spettacolare, festoso ma nello stesso tempo anche più istruttivo. In questo quadro abbiamo voluto che si sviluppassero tutte le manifestazioni dei “100 anni di volo”. Ma tra gli scenari di questa Fiera del Volo i cittadini hanno potuto soprattutto “toccare con mano” e quindi apprezzare ancora di più una tensione umana, tipicamente lombarda, fatta di genialità, coraggio e imprenditorialità in cui riconoscersi e di cui andare orgogliosi.   SALONE DEL TESSILE Il Salone del Tessile Abbigliamento & Moda - organizzato da Provincia di Varese e Camera di Commercio di Varese con il supporto scientifico di Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento  ha ripercorso la realtà sociale, tecnica ed economica del comparto “tessile abbigliamento moda” in provincia di Varese nel contesto italiano e mondiale. Il salone ha voluto rappresentare un evento tecnico e ludico carico di storia e prospettive dell’industria tessile del varesotto, attraverso la mobilitazione corale di una delle “più tessili” fra le province italiane. Il futuro del tessile è condizionato dalla presenza della forte concorrenza estera di paesi di nuova industrializzazione o dei paesi asiatici che spesso non rispettano regole commerciali  PROGETTO CITTA’ “Provincia di Varese, bella da vivere!” Questo è l’ head line della scenografia standistica messa a punto dalla Provincia di Varese a “Progetto Città” l’evento fieristico milanese, giunto alla terza
 
10
edizione, dedicato all’Architettura, all’Urbanistica, alle Tecnologie e ai Servizi per lo Sviluppo del Territorio. Dal punto di vista culturale e politico “Progetto Città”, che si è tenuto dal 30 marzo al 2 aprile 2005 presso il nuovo Polo Fieristico Milanese, ha rappresentato l’ambito privilegiato di approfondimento delle tematiche e delle problematiche legate allo sviluppo delle città e delle metropoli: l’erogazione e la gestione dei servizi di pubblica utilità, le infrastrutture, la mobilità e l’ambiente, l’arredo delle città, il verde pubblico, lo sport e i metodi e le tecnologie innovative per la costruzione.   MUSEO DELL’AERONAUTICA La realizzazione del Museo dell’Aeronautica nell’area delle Officine Caproni site in Vizzola Ticino (VA), in prossimità dell’Aeroporto Intercontinentale di Malpensa, è da considerarsi un progetto di vasto respiro che investe qualità, creatività e capacità di innovazione di tutti i soggetti pubblici e privati, enti, aziende, risorse umane, professionisti, che si renderanno promotori e realizzatori dell’iniziativa. Le potenzialità di tale spazio, coniugata con la vicinanza con il Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa, con il connesso Centro Servizi, con la stazione ferroviaria, con le principali arterie stradali circostanti, rendono tale progetto un momento unico a livello europeo per connotare in modo originale un’area caratterizzata anche dal bacino di utenza che lo contraddistingue. Nel cuore della “Provincia con le ali” nasce il progetto di un grande museo dell’aeronautica, come tributo alla vocazione di un territorio e come risvolto culturale e turistico di una realtà industriale che oggi ha raggiunto la leadership mondiale.                
 
 
11
Soyez le premier à déposer un commentaire !

17/1000 caractères maximum.

Diffusez cette publication

Vous aimerez aussi