Gazzetta ufficiale delle Comunità europee Discussioni del Parlamento europeo Sessione 1984-1985. Resoconto integrale delle sedute dall' 11 al 14 febbraio 1985

De
Publié par

ISSN 0378-5114 Allegato Gazzetta ufficiale delle Comunità europee N. 2-322 Edizione in lingua italiana Discussioni del Parlamento europeo Sessione 1984-1985 Resoconto integrale delle sedute dall'I 1 al 14 febbraio 1985 Palazzo d'Europa, Strasburgo Indice generale Seduta di lunedì 11 febbraio 1985 Ripresa della sessione, p. 1 — Ordine del giorno, p. 1 Benvenuto, p. 4 Idrocarburi, p. 4. Seduta di martedì 12 febbraio 1985 12 Decisione sull'urgenza, p. 13 — Fondo sociale, p. 13 — Prezzi agricoli 1985/86, p. 26 — Seduta solenne, p. 43 — Benvenuto, p. 49 — Ora delle interrogazioni, p. 49 — Prezzi agricoli 1985/86 (seguito), p. 63 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo 1985), p. 68 — Votazioni, p. 74 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo 1985) (seguito), p. 75 — Allegato, p. 80. Seduta di mercoledì 13 febbraio 1985 86 Decisione sull'urgenza, p. 87 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo 1985) (seguito), p. 88 — FESR, p. 95 — Benvenuto, p. 102 — Programmi mediterranei integrati, p. 102 — Benvenuto, p. 126 — Ora delle interrogazioni (seguito), p. 126 — Dodicesimi provvisori, p. 140 — Lotta contro il terrorismo, p. 143 — Votazioni, p. 152 — Lotta contro il terrorismo (seguito), p. 154 — Allegato «Ora delle interroga­zioni», p. 161. Seduta di giovedì 14 febbraio 1985 201 Approvazione del processo verbale, p. 202 — Decisione sull'urgenza, p. 203 — Discussioni su problemi di attualità e urgenti, p. 203 — Mercato vitivinicolo, p.
Publié le : vendredi 17 février 2012
Lecture(s) : 11
Source : EU Bookshop, http://bookshop.europa.eu/
Nombre de pages : 284
Voir plus Voir moins

ISSN 0378-5114
Allegato Gazzetta ufficiale
delle
Comunità europee
N. 2-322
Edizione in lingua italiana Discussioni del Parlamento europeo
Sessione 1984-1985
Resoconto integrale delle sedute
dall'I 1 al 14 febbraio 1985
Palazzo d'Europa, Strasburgo
Indice generale Seduta di lunedì 11 febbraio 1985
Ripresa della sessione, p. 1 — Ordine del giorno, p. 1 Benvenuto, p. 4
Idrocarburi, p. 4.
Seduta di martedì 12 febbraio 1985 12
Decisione sull'urgenza, p. 13 — Fondo sociale, p. 13 — Prezzi agricoli 1985/86, p. 26
— Seduta solenne, p. 43 — Benvenuto, p. 49 — Ora delle interrogazioni, p. 49 —
Prezzi agricoli 1985/86 (seguito), p. 63 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo
1985), p. 68 — Votazioni, p. 74 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo 1985)
(seguito), p. 75 — Allegato, p. 80.
Seduta di mercoledì 13 febbraio 1985 86
Decisione sull'urgenza, p. 87 — Bilancio suppletivo 1984 (settore agricolo 1985)
(seguito), p. 88 — FESR, p. 95 — Benvenuto, p. 102 — Programmi mediterranei
integrati, p. 102 — Benvenuto, p. 126 — Ora delle interrogazioni (seguito), p. 126 —
Dodicesimi provvisori, p. 140 — Lotta contro il terrorismo, p. 143 — Votazioni,
p. 152 — Lotta contro il terrorismo (seguito), p. 154 — Allegato «Ora delle interroga­
zioni», p. 161.
Seduta di giovedì 14 febbraio 1985 201
Approvazione del processo verbale, p. 202 — Decisione sull'urgenza, p. 203 —
Discussioni su problemi di attualità e urgenti, p. 203 — Mercato vitivinicolo, p. 224 —
Obbligazione doganale, p. 238 — Adozione del protocollo accordo CEE-Indonesia e
altri membri dell'ASEAN, p. 238 — Convenzione di Torremolinos, p. 243 — Latte e
prodotti lattiero-caseari, p. 247 — Votazioni, p. 251 — Latte e prodotti lattiero-
caseari (seguito), p. 258 — Protezione dei lavoratori, p. 260.
Seduta di venerdì 15 febbraio 1985 266
Votazioni, p. 266 — Aiuto alimentare, p. 268 — Settore lattiero-caseario., p. 273 —
Regioni mediterranee, p. 274 — Merci contenute nel bagaglio dei viaggiatori, p. 275 —
Interruzione della sessione, p. 278. AVVISO AL LETTORE
Oltre che nell'edizione in lingua italiana, il resoconto integrale delle sedute del Parlamento
europeo viene pubblicato nelle altre sei lingue ufficiali della Comunità: danese, francese,
greco, inglese, olandese e tedesco. L'edizione in lingua italiana contiene i testi originali degli
interventi pronunciati in italiano e la traduzione italiana di quelli pronunciati nelle altre
lingue. In tal caso la lingua in cui l'oratore si è espresso è indicata dalla lettera apposta (o
dalle lettere apposte) dopo il suo nome: (DA) per il danese, (DE) per il tedesco, (GR) per il
greco, (FR) per il francese, (EN) per l'inglese e (NL) per l'olandese.
I testi originali di tali interventi figurano nell'edizione pubblicata nelle rispettive lingue.
Le risoluzioni approvate nelle sedute dall'I 1 al 15 febbraio 1985 figurano nella Gazzetta
ufficiale delle Comunità europee n. C 72 del 18.3.1985. N. 2-322/1 11.2.85 Discussioni del Parlamento europeo
SEDUTA DI LUNEDI 11 FEBBRAIO 1985
Indice
1. Ripresa della sessione 4. Idrocarburi - Relazione (doc. 2-1331/84)
dell'onorevole Ippolito
2. Ordine del giorno
Ippolito; Viehoff; Sälzer; Turner; A lava­Paisley; Arndt; Co 11 reli; Veil; de la Male­
nos; Fitzsimons; Bloch von Blottnitz; Ro­ne; Klepsch; von der Vring; Seal; Arndt
mualdo Tortora; Narjes (Commissione);
3. Benvenuto Viehoff; Narjes; Viehoff; Kuijpers
PRESIDENZA DEL PRESIDENTE PFLIMLIN Tuttavia, ho ricevuto in proposito, dall'onorevole
Dalsass e 22 altri firmatari, la richiesta di ritirare
(La seduta ha inizio alle 17.00) dall'ordine del giorno l'interrogazione dell'onore­
vole Pranchère, che ritengono decaduta in quanto
la Commissione ha presentato le sue proposte il 31
1. Ripresa della sessione gennaio 1985.
Presidente. — Dichiaro ripresa la sessione del Par­ Paisley (NI). — (EN) Signor Presidente, mi do­
lamento europeo interrotta il 18 gennaio 1985 ('). mando se sia possibile avere un po' di luce sui
banchi in fondo all'aula.
2. Ordine del giorno
Presidente. — Tale questione verrà esaminata dal­
l'amministrazione, onorevole Paisley, che spero
Presidente. — Nella sua riunione del 15 gennaio
trovi rapidamente una soluzione soddisfacente, tale
1985, l'Ufficio di presidenza ampliato ha stabilito
da illuminarci tutti.
il progetto di ordine del giorno che è stato distri­
buito. (Si ride)
Pongo quindi in votazione la richiesta dell'onore­Nel corso della riunione di questa mattina, i presi­
denti dei gruppi politici mi hanno incaricato di vole Dalsass.
proporvi un certo numero di modifiche.
(Il Parlamento approva la richiesta)
Per quanto concerne il martedì:
All'interrogazione orale di sei gruppi politici (doc.
Dopo la relazione (doc. 2-1333/84) dell'onorevole 2-1304/84) concernente le spese nel settore agrico­
Raggio, avrà luogo una discussione congiunta su lo, è unita, in discussione congiunta, un'interroga­
una dichiarazione del signor Andriessen sui prezzi zione orale del gruppo delle destre europee sullo
agricoli, sull'interrogazione orale (doc. 2-1456/84) stesso argomento.
dell'onorevole Pranchère, sullo stesso argomento, e
Inoltre, abbiamo ricevuto dal gruppo democratico
sull'interrogazione orale (doc. 2-1455/84) dell'ono­
europeo la richiesta di inserire nella suddetta di­
revole Woltjer, concernente il superprelievo.
scussione congiunta un'interrogazione orale dell'o­
norevole J. Elles ed altri, alla Commissione, sul
costo netto dell'ampliamento della Comunità. (') Approvazione del processo verbale - Composizione del Parlamen­
to - Costituzione di due commissioni d'inchiesta - Petizioni - Dichia­
razioni scritte di cui all'articolo 49 del Regolamento - Competenza
Arndt (S). — (DE) Signor Presidente, per le inter­
delle commissioni - Presentazione di documenti - Trasmissione di
rogazioni orali con discussione abbiamo una rigida testi di accordo da parte del Consiglio - Composizione delle commis­
sioni: cfr. processo verbale. norma regolamentare che ora non è stata rispetta-N. 2-322/2 Discussioni del Parlamento europeo 11.2.85
Arndt
che la Comunità dovrà affrontare in questo decen­ta. Questo non va. L'interrogazione orale della
nio. commissione per i bilanci riguarda il bilancio sup­
pletivo 1984 e le previsioni di spesa per il 1985;
Veil (L). — (FR) Intervengo a favore della propo­l'interrogazione orale dell'onorevole J. Elles invece
sta. A più riprese abbiamo parlato di questa pro­riguarda gli importi netti che la Comunità europea
spettiva dell'ampliamento e ogni volta, a nome del ottiene dall'adesione dei due stati dell'Europa me­
mio gruppo, ho chiesto quale ne fosse il costo. ridionale. Le due cose non hanno nulla in comu­
Non abbiamo mai avuto risposta né dalla Com­ne. Questo ha modificato la proposta della com­
missione né dal Consiglio. Ora, mi sembra rischio­missione per i bilanci in un punto decisivo. A ciò
so proseguire senza sapere ciò che costerà l'am­va aggiunto che questa interrogazione orale non è
pliamento proprio in un momento in cui tutti stata ancora distribuita tradotta ai membri del
parlano di disciplina di bilancio e di limitazione Parlamento, né è stata presentata per iscritto al­
delle spese della Comunità, in particolare nel setto­l'Ufficio di Presidenza ampliato. Quindi secondo
re agricolo. le nostre norme può essere posta all'ordine del
giorno solo qualora ci siano motivi di forza mag­ I parlamentari devono sapere in quale direzione ci
giore per non poterla presentare. Ma tali motivi avviamo. Non si tratta di rifiutare l'ampliamento,
non si sono riscontrati. ma di prevedere i costi necessari. Non si deve
mettere il carro davanti ai buoi come stiamo fa­
Mi oppongo perciò decisamente all'iscrizione di
cendo.
questa interrogazione all'ordine del giorno di oggi
contro la lettera del nostro Regolamento. A proposito della procedura, vorrei sottolineare
che il nostro Regolamento permette al Presidente
Inoltre ho interpretato le parole del rappresentante
del Parlamento di presentare, come ha fatto, una
della Commissione nel senso che la Commissione
risoluzione che non ha potuto essere prevista al­
vuole rispondere solo in marzo. Ma se le cose
l'ordine del giorno; spetta allora alla plenaria
stanno così, allora, ai sensi del Regolamento, l'in­
decidere dell'iscrizione o meno all'ordine del gior­
terrogazione non può figurare all'ordine del giorno
no.
della tornata di febbraio. Perciò insieme al mio
gruppo sono del parere che dovremmo votare con­ Presidente. — È ovvio che io non debba prendere
tro l'iscrizione all'ordine del giorno di questa in­ posizione sul merito, ma poiché l'onorevole Arndt
terrogazione orale con discussione. ha parlato di rispetto del Regolamento, devo ri­
spondergli che, ai sensi dell'articolo 42, paragra­
Cottrell (ED). — (EN) Signor Presidente, io parle­ fo 2:
rò a favore della discussione dell'interrogazione.
In caso di urgenza, il Presidente può decidere di
Mi pare molto strano che l'onorevole Arndt pro­ proporre direttamente al Parlamento l'iscrizione
ponga al Parlamento di non discutere — in un di un'interrogazione che non abbia potuto essere
momento dopo tutto opportuno — quello che sarà sottoposta all'Ufficio di presidenza ampliato se­
il costo dell'ampliamento. Dato che una parte tan­ condo le condizioni summenzionate.
to ingente del bilancio comunitario viene assorbita
Ho ritenuto opportuno assumermi questa respon­
dall'agricoltura, l'onere di tali costi cadrà soprat­
sabilità.
tutto sulla politica agricola comune. L'onorevole
(Il Parlamento respinge la richiesta) Arndt può avere ragione nell'affermare che non
sia stato rispettato esattamente il Regolamento.
de la Malène (RDE). — (FR) Signor Presidente, Tuttavia l'onorevole Arndt è sempre disposto a
abbiamo ritirato ora dall'ordine del giorno, su interpretare il Regolamento in modo lievemente
richiesta del gruppo del Partito popolare europeo, diverso quando ne può trarre un vantaggio.
l'interrogazione dell'onorevole Pranchère, ossia il
La verità è che si offre veramente un'ottima occa­ dibattito sui prezzi agricoli, e abbiamo respinto
sione a questo Parlamento per discutere i costi l'aggiunta, proposta dal gruppo democratico euro­
dell'ampliamento ai due paesi della penisola iberi­ peo, di un'interrogazione sul costo dell'ampliamen­
ca, che — se dobbiamo credere al destino — si to. Lei ritiene che l'ordine del giorno proposto per
realizzerà entro un anno. Finora non abbiamo mai martedì basterà per riempire la giornata in modo
discusso questo argomento. Sono ancora più stupi­ intelligente?
to di sentire dall'onorevole Arndt che la Commis­
Presidente. — Onorevole de la Malène, come lei sione propone di non discuterlo fino a marzo,
sa, vi sarà la dichiarazione del signor Andriessen quando sarà molto tardi perché il Parlamento pos­
sui prezzi agricoli, che può esser normalmente sa esercitare una qualsiasi influenza. Perciò insisto
seguita da una mezz'ora di domande rivolte dai con l'onorevole Arndt perché cambi parere e veda
parlamentari. Tale limite può anche essere lieve­l'utilità di una discussione preliminare in questa
mente superato. fase iniziale su uno dei problemi più importanti Discussioni del Parlamento europeo 11.2.85 N. 2-322/3
Presidente
programmi mediterranei integrati, proponiamo di Poi avremo l'interrogazione orale con discussione
redigere l'ordine del giorno nella maniera seguente: dell'onorevole Woltjer e altri sulla dichiarazione
dei ministri dell'agricoltura del Belgio, della Re­
— eventualmente, seguito dell'ordine del giorno di
pubblica federale di Germania, dei Paesi Bassi e
martedì,
del Regno Unito, concernente la data d'incasso del
— relazione De Pasquale sul FESR (doc. 2-superprelievo sul latte.
1544/84),
Quindi avremo l'interrogazione orale con discus­
— discussione congiunta su tre interrogazioni orali sione presentata praticamente da tutti i gruppi
concernenti i programmi mediterranei integrati politici e rivolta alla Commissione, sulle spese ve­
(doce. 2-1457/84; 2-1591/84 e 2-1458/84), ramente necessarie del bilancio suppletivo 1984 e le
prospettive per le spese veramente necessarie nel
— relazione Curry e Fich sui dodicesimi provvisori
settore agricolo per il 1985, e tutto questo dopo la
(doc. 2-1550/84),
relazione Raggio che resta come primo punto al­
— interrogazioni orali sulla lotta contro il terrori­l'ordine del giorno.
smo (doce. 2-1451/84/riv. II e 2-1452/84/riv.).
Credo quindi, onorevole de la Malène, che lei non
possa lamentarsi poiché l'ordine del giorno non è von der Vring (S). — (DE) Signor Presidente, ho
abbastanza consistente. Ciò detto, apprezzo co­
sentito che, nell'ambito di questa interrogazione
munque il suo zelo.
orale, il Presidente della Commissione vuole inter­
venire sui programmi mediterranei, mentre questo
Klepsch (PPE). — (DE) Signor Presidente, a nome è previsto per mercoledì pomeriggio. Si modifica
del mio gruppo, vorrei fare una richiesta ai sensi l'ordine dei lavori?
dell'articolo 40, paragrafo 2. Parliamo della di­
chiarazione del commissario Andriessen e della Presidente. — La discussione avrà luogo verso la
mezz'ora prevista per eventuali domande. Perciò fine della mattinata, onorevole von der Vring.
abbiamo tolto dall'ordine del giorno l'interrogazio­
Per quanto concerne giovedì: ne Pranchère, e il mio gruppo ha votato in questo
senso. Crediamo tuttavia, con riferimento all'arti­ La relazione dell'onorevole Wolff concernente il
colo 40, paragrafo 2, che sarebbe possibile e meccanismo dei prestiti comunitari non è stata
opportuno aggiungere a questa mezz'ora un'altra approvata in commissione ed è quindi ritirata dal­
mezz'ora, per permettere ai gruppi politici di ri­ l'ordine del giorno.
spondere brevemente alle dichiarazioni generali del
Alla fine dell'ordine del giorno, è aggiunta la commissario Andriessen. Perciò chiedo che alla
relazione (doc. 2-1568/84) dell'onorevole Cassidy, mezz'ora prevista per le domande si aggiunga
a nome della commissione per i problemi economi­un'altra mezz'ora per un primo intervento generale
ci e monetari e la politica industriale, sulle merci dei gruppi politici.
contenute nel bagaglio dei viaggiatori.
Presidente. — Onorevole Klepsch, dopo la dichia­ (Il Presidente dà lettura delle richieste di applica­
razione del signor Andriessen, avrà luogo una zione della procedura con discussione d'urgen­
discussione congiunta comprendente l'interrogazio­ za) (')
ne orale con discussione dell'onorevole Woltjer e
altri sul superprelievo, che non prevede limitazioni Seal (S). — (EN) Signor Presidente, lei ha appena
del tempo di parola. Di conseguenza, i gruppi annunciato che la relazione dell'onorevole Wolff
potranno esprimersi nel quadro di questa discus­ sui prestiti comunitari è stata tolta dall'ordine del
sione congiunta. giorno. Se ho ben capito, ora lei dice che il
Consiglio chiede che questo stesso punto venga Per quanto concerne mercoledì:
trattato con procedura d'urgenza e domani votere­
Bisogna aggiungere all'ordine del giorno un'inter­ mo su questa richiesta. È esatto?
rogazione orale con discussione della commissione
per la politica regionale e l'assetto territoriale, alla Presidente. — Il Parlamento dovrà decidere su tale
Commissione, sui programmi mediterranei integrati richiesta all'inizio della seduta di domani mattina.
e la relazione Curry e Fich, a nome della commis­
sione per i bilanci, sui dodicesimi provvisori. Arndt (S). — (DE) Signor Presidente, vorrei pre­
garla almeno di esaminare questo problema. La La relazione Newman sul FESR è stata ritirata
commissione per i bilanci, nella sua seduta di dall'ordine del giorno, poiché non è stata approva­
oggi, si occuperà dei dodicesimi provvisori. Vor-ta in sede di commissione.
Per permettere al signor Delors, Presidente della
(') Cfr. processo verbale. Commissione, di intervenire nella discussione sui Discussioni del Parlamento europeo N. 2-322/4 11.2.85
Arndt
remmo proporle che la relazione sull'argomento mantenendo il segreto assoluto sui risultati ottenu­
venga iscritta all'ordine del giorno di mercoledì in ti, un programma di ricerche finanziato sia pure
modo che si possa votare lo stesso giorno alle ore parzialmente dalla Comunità permetterebbe a tutte
18.00; infatti, se non mi sbaglio, occorrono 218 le società di conoscere i risultati conseguiti dalle
voti e i gruppi devono fare in modo di riunire altre e di giungere in tal modo a un notevole
questi 218 voti. miglioramento della produzione degli idrocarburi e
della ricerca nel settore.
Presidente. — Onorevole Arndt, le confermo
Personalmente, mi sono dimostrato piuttosto scet­
quanto ho già detto ma che forse non ho detto
tico nei confronti di questo programma per via
abbastanza chiaramente: viene proposto di aggiun­
delle già citate condizioni del nostro bilancio. Poi­
gere la relazione degli onorevoli Curry e Fich sui
ché tuttavia la commissione per l'energia si è
dodicesimi provvisori all'ordine del giorno di mer­
espressa a grande maggioranza a favore dell'ado­
coledì, immediatamente dopo l'interrogazione orale
zione quale relatore della Commissione mi sono
sui programmi mediterranei integrati.
associato alla posizione maggioritaria, pur ponen­
(Il Parlamento approva il progetto di ordine del do alcune condizioni: precisamente, ho insistito
giorno così modificato) (') affinché venga chiesta una grande collaborazione
alle compagnie petrolifere e alle industrie chimiche
interessate, in modo che il contributo della Comu­
3. Benvenuto nità rappresenti soltanto una parte esigua della
spesa totale della ricerca; negherei inoltre ogni
Presidente. — Ho il piacere di salutare, a nome priorità a quella parte del programma che riguarda
della nostra Assemblea, una delegazione del Parla­ le utilizzazioni delle frazioni pesanti del petrolio e
mento irlandese, che ha preso posto nella tribuna l'adeguamento dei motori, che esula dal campo
ufficiale. della ricerca e dello sfruttamento dei giacimenti
per il quale il programma è nato. In effetti, avvia­
(Applausi)
re un programma così vasto con pochi mezzi servi­
rebbe soltanto a rendere i fondi inadeguati. Ho
peranto elaborato la relazione e la risoluzione inse­
4. Idrocarburi
rendo nelle motivazioni alcune di queste riserve, e
anche nel testo della risoluzione che siamo chiama­
Presidente. — L'ordine del giorno reca la relazio­
ti a votare ho invitato la Commissione ad avvaler­
ne (doc. 2-1331/84) dell'onorevole Ippolito, a
si dei mezzi finanziari delle grandi compagnie pe­
nome della commissione per l'energia, la ricerca e
trolifere e della partecipazione degli enti nazionali
la tecnologia, sulla:
del settore; ho poi chiesto che, in aggiunta ai
proposta della Commissione al Consiglio comitati di gestione previsti dalle norme in vigore,
(COM(84) 273 def. - doc. 1-340/84) relativa a si faccia anche ricorso al parere dei consiglieri
una decisione che adotta un programma di ricer­ esperti nei vari temi specifici del programma; e ho
ca e sviluppo nel settore dell'ottimizzazione della
chiesto inoltre che l'approvazione di questo pro­
produzione e dell'utilizzazione degli idrocarburi
gramma non finisca con il sottrarre fondi ad altri
1984-1987.
programmi di ricerca e sviluppo che, a mio avviso,
sono prioritari.
Ippolito (COM), relatore. — Signor Presidente, il
programma di ricerca e di sviluppo nel settore
Con queste limitazioni, e avendo negato priorità a
dell'ottimizzazione della produzione e dell'utilizza­
quelle parti che ho citato, io credo che il program­
zione degli idrocarburi 1984-87 riveste un notevole
ma della Commissione possa essere accolto e che
interesse scientifico, anche se non è stato possibile
sia opportuno che questa ricerca si faccia, perché,
farlo rientrare tra i. programmi urgenti e prioritari
ripeto, si otterrebbe un'internazionalizzazione dei
a causa delle condizioni del bilancio della Comuni­
risultati attualmente in possesso di alcune compa­
tà, che non hanno permesso di stanziare fondi gnie petrolifere soltanto. Ciò migliorerebbe indub­
notevoli a questo scopo. Su questo argomento biamente la ricerca e l'utilizzazione degli idrocar­
lavorano tuttavia già con grande dovizia di mezzi buri in tutto il settore.
le compagnie petrolifere pubbliche o private.
Alla risoluzione sono stati presentati degli emenda­
L'utilità del programma, a mio avviso, sta nel
menti da alcuni colleghi del gruppo socialista,
fatto che, mentre le compagnie petrolifere lavora­
emendamenti che sarebbe stato forse più utile pre­
no in questo settore ciascuna per conto proprio e
sentare in Commissione anziché tardivamente in
Aula. Si tratta di emendamenti che, in sostanza,
tendono ad annullare il programma, e che io sono
(') Termine per la presentazione di emendamenti - Tempo di parola:
perciò costretto a respingere in blocco: se ci sono cfr. processo verbale. 11.2.85 Discussioni del Parlamento europeo N. 2-322/5
Ippolito
dei gruppi politici che non vogliono approvare il le; non sarebbe meglio lasciare all'industria stessa
il compito di finanziarli? Le grandi compagnie programma, possono votare contro la risoluzione
sono senz'altro in grado di farlo. Nei Paesi Bassi tout court, senza tentare di svuotarla di significato
la Shell e la Esso realizzano un guadagno extra di con tanti emendamenti che fanno perdere tempo
miliardi soltanto perché il prezzo del gas è legato nella votazione e non servono alla chiarezza del
a quello del petrolio e credo proprio che si faran­problema.
no una gran risata su una cifra come 15 milioni.
Detto ciò, signor Presidente, credo di non aver
La Comunità potrebbe svolgere in questo campo
altro da aggiungere. Sono comunque a disposizio­
un ruolo di pura coordinazione dei programmi
ne di chiunque abbia dei chiarimenti da chiedermi
nazionali, poiché anche questo è molto importan­
in proposito.
te, come ha detto lo stesso onorevole Ippolito.
Viehoff (S). — (NL) Signor Presidente, negli anni Vorrei inoltre richiamare l'attenzione sul fatto che
passati si è registrato un notevole progresso nel questo programma va a costituire una parte del
campo della ricerca e dello sviluppo. Siamo riusciti programma di ricerca nel settore delle energie nu­
a realizzare dei veri e propri programmi europei. cleari. Il Parlamento europeo, come ho già ricor­
dato, ha approvato il programma di ricerca nel
Due anni fa abbiamo lavorato con molto impegno
settore non nucleare nel 1983. Nel frattempo, a
per dare un contenuto al programma di azione
causa dell'ondata di austerità, le risorse destinate
pluriennale. Questa iniziativa ha colmato un gran
al programma di ricerca non nucleare sono state
vuoto: prima di allora infatti si prendevano ogni
ridotte della metà. Questo programma riguarda
volta delle decisioni ad hoc. Nella stesura di que­
soprattutto la produzione di energia dalla biomas­
sto programma pluriennale sono stati assunti dei
sa, dal sole e dal vento, nonché il risparmio di
criteri per una valutazione dei programmi a livello
energia e nuovi metodi per l'impiego del carbone.
europeo. Il programma d'azione stesso e i criteri
Intendiamo rimanere fedeli ai criteri accolti a suo
cui si ispira sono scaturiti dall'iniziativa dei sociali­
tempo e non permettere che si proceda ad una
sti e il Parlamento vi ha già dato la sua approva­
ricerca superflua e non più nuova a spese di un
zione nel 1983. L'obiettivo del programma consiste
programma così importante quale quello per la
nel contribuire ad una maggiore diversificazione
ricerca non nucleare, che ha già subito gravi tagli.
delle fonti di energia per diminuire la dipendenza
da una sola fonte e promuovere inoltre il rispar­ Sono questi gli argomenti che si ritrovano nei
mio ed un uso più razionale dell'energia stessa. nostri emendamenti e se si legge la relazione del­
l'onorevole Ippolito si ritrovano nella risoluzione e I criteri cui il programma si ispira sono i seguenti:
nella motivazione gli stessi temi che ho sopra la ricerca deve essere orientata verso forme nuove,
esposto. La nostra conclusione è tuttavia diversa che hanno ampia portata, possono essere realizzate
dalla sua. È del resto ben noto che diversi Stati a livello comunitario e hanno una dimensione eu­
membri condividono le opinioni del mio gruppo. ropea. La proposta della Commissione si muove
Mentre nella proposta di risoluzione si dice al invece proprio in senso opposto ai criteri accolti
paragrafo 5 che la proposta della Commissione nel programma pluriennale. Su questi criteri vi è
deve essere accolta, noi la respingiamo nella sua un accordo tra il Parlamento ed il Consiglio e la
forma attuale poiché il modo di affrontare la Commissione si trova quindi in grande difficoltà
problematica non è corretto. Vorrei pertanto se­nel giustificare questa proposta.
gnalare che, se i nostri emendamenti non saranno
Perché si aggiunge allora questo programma? Tra accolti, il mio gruppo voterà contro la relazione.
l'altro c'è da chiedersi se un programma di ricerca
Un'ultima risposta all'onorevole Ippolito, il quale di 35 milioni di ECU, che nel frattempo, precisa­
ha detto che il gruppo socialista avrebbe dovuto mente il 19 dicembre scorso, il Consiglio ha porta­
presentare prima i suoi emendamenti e cioè duran­to a 15, possa ancora rivelarsi di qualche utilità.
te la riunione della Commissione. Si tratta di Tanto più che un simile programma di ricerca è
un'accusa ingiusta. L'onorevole Ippolito sa bene superfluo in quanto le grandi compagnie petrolife­
che lo scorso mese era stata fatta richiesta per re sono già in grado di attuare e finanziare pro­
questa proposta di un esame urgente e che per grammi simili. Non vi è alcuna necessità di finan­
questo motivo si è dovuto svolgere tutto molto ziare questa ricerca a livello comunitario.
rapidamente e non c'è stato tempo di emendarla
Se valutiamo le proposte della Commissione alla
in sede di Commissione.
luce dei criteri cui si ispira il programma d'azione
Mi auguro che i miei argomenti convinceranno dobbiamo constatare che esse non li soddisfano
anche il resto dei membri del Parlamento. affatto. Il programma di ricerca non offre niente
di nuovo, non ha una gran portata né una dimen­
sione europea. Devo inoltre segnalare che tali Sälzer (PPE). — (DE) Signor Presidente, onorevoli
programmi vengono già realizzati a livello naziona­ colleghi! Il relatore, onorevole Ippolito, ha già Discussioni del Parlamento europeo 11.2.85 N. 2-322/6
Sälzer
relatore, respingeremo tutti gli emendamenti, eccet­precisato, e l'onorevole Viehoff l'ha ulteriormente
to quello dell'onorevole Turner e il n. 10 degli sottolineato, che si tratta di una proposta di com­
onorevoli Adam e Viehoff sul quale non abbiamo promesso, che solleva sicuramente molti problemi
delicati. Vorrei appoggiare con forza la posizione opinione. Tuttavia, per le ragioni esposte, per ri­
sparmiare ulteriori comitati di gestione, voteremo dell'onorevole Ippolito, che ha inizialmente consi­
anche contro il paragrafo 2 della relazione dell'o­derato questo progetto in modo molto critico, fino
norevole Ippolito. quasi a respingerlo, ma che poi, considerate le
varie argomentazioni a favore e contro un simile
(Applausi)
programma, si è deciso ad approvarlo. Vorrei dire
che il mio grupo lo segue in questa valutazione e
Turner (ED). — (EN) Signor Presidente, condivido voterà a favore della sua relazione.
ampiamente l'opinione dei due oratori che mi han­
È fuori discussione che le somme a disposizione no preceduto nel compiacermi solo moderatamente
della Commissione non sono minimamente in rap­ di questo programma.
porto con i fondi ingenti che le società petrolifere
Evidentemente è sempre importante coinvolgere stesse devono spendere per la ricerca e lo sfrutta­
l'industria, come in questo caso, in un programma mento dei giacimenti. Credo inoltre — e su questo
i cui costi vengono assunti in comune. La cosa più vorrei contraddire un po' l'onorevole Viehoff —
importante, e dobbiamo sempre sottolinearlo, è che questa non sia mai stata l'ambizione o lo
cooperare con gli esperti dell'industria, piuttosto scopo iniziale di questo programma. Esso infatti
che appoggiarci su comitati di gestione che non può avere un senso solo se si considera come uno
sono che lo strumento dei dieci Stati membri. strumento di mediazione a disposizione delle singo­
Perciò tendo a concordare con quello che diceva le società petrolifere nazionali — in parte statali
l'onorevole Sälzer a proposito del paragrafo 2 — a livello eruopeo al fine di un migliore coordi­
della risoluzione. Io l'avevo interpretato in modo namento delle loro attività. Un simile programma
leggermente diverso. Ma probabilmente ha ragione non può e non vuole fare nulla di più.
nel dire che esso rappresenta l'approvazione del­
Ritengo che un simile tentativo di permettere un l'attuale sistema dei comitati di gestione, e su
migliore coordinamento fra le singole società meri­ questo non sarei d'accordo. Quando l'onorevole
ti di essere comunque intrapreso, tanto più che i Sälzer dice che non vuole un altro livello di comi­
fondi che devono essere stanziati non sono tanto tati, sono del tutto d'accordo con lui. Ciò nono­
elevati da poter pregiudicare altri progetti nel qua­ stante dobbiamo avere un meccanismo per la sele­
dro del nostro bilancio della ricerca. Le obiezioni zione dei progetti ed esso deve attingere all'espe­
dell'onorevole Viehoff sono sicuramente giuste in rienza dell'industria e non semplicemente di comi­
linea di principio, ma nella fattispecie non sono
tati di gestione. Non intendo dire che occorra un
opportune, data l'entità di questo programma.
altro livello burocratico, se ne può fare benissi­
mo a meno, come per Esprit ad esempio, coinvol­Vorrei anche esprimere un parere su due punti
gendo l'industria e senza creare una enorme buro­della relazione dell'onorevole Ippolito: siamo d'ac­
crazia. cordo con lui nel ritenere che sia una buona
proposta servirsi delle competenze del massimo
Ora circa la priorità di questa proposta, siamo
numero possibile di istituti di ricerca indipendenti.
tutti d'accordo che essa è limitata, data la grande
Non condividiamo però la sua opinione che sareb­
scarsità di fondi, se li paragoniamo con quelli di
be auspicabile istituire ancora un altro comitato a
Esprit, ad esempio, e con BI-Esprit che non è
livello comunitario.
ancora iniziato. Il programma ha una bassa priori­
tà per questa ragione: l'industria petrolifera è ben Vorrei ricordare al Parlamento che l'anno scorso
inserita in tali problemi. Non è una industria euro­in un'ampia relazione siamo riusciti a imporre una
pea in ritardo dietro all'America e al Giappone e riduzione al numero eccessivo di comitati nel setto­
perciò non abbiamo lo stesso incentivo a riunirla. re della ricerca e della tecnologia, e spero che ora
Sono molto lieto che l'onorevole Sälzer appoggi il la commissione esecutiva la stia progressivamente
mio emendamento sul lavoro sui motori e il petro­realizzando. Su questo ci farà rapporto.
lio, perché a mio parere è molto importante. È
Se ora chiediamo ancora un comitato siamo in
quel solo settore forse dove l'industria non sarà
contraddizione con la nostra stessa posizione di
all'altezza della situazione per svolgere la necessa­
principio, perché eravamo partiti dall'idea di ridur­
ria ricerca. Non è la parte di lavoro che riguarda
re al minimo il numero dei comitati perché essi
l'industria petrolifera, ma quella che riguarda gli
siano efficienti.
utilizzatori. Sono questi ultimi che andrebbero riu­
niti dalla CEE in modo che possano cooperare per Aggiungerò in breve che concordiamo con l'onore­
trovare metodi di utilizzazione delle frazioni più vole Ippolito nella valutazione degli argomenti a
pesanti e dei vacuum bottoms. Sono ansioso di favore e contro questo programma e, seguendo il Discussioni del Parlamento europeo N. 2-322/7 11.2.85
Turner
tà e nel mondo. Finora non è stato possibile vedere la soluzione dei produttori a questo proble­
estrarre la maggior parte delle quantità di idrocar­ma. Ma coloro che trarranno vantaggio dalla solu­
buri esistenti. zione trovata per i vacuum bottoms, le frazioni
pesanti e l'adeguamento dei motori, per il momen­
L'esempio dell'Irlanda è importante. Ambedue le to, non collaborano insieme per ricercare una solu­
parti dell'Irlanda sono fortemente dipendenti dai zione, né penso che le società petrolifere lo faran­
combustibili importati e soprattutto dal petrolio. no per loro. Lì ci occorre una guida. Sono d'ac­
La fornitura di gas di Kinsale all'Irlanda del nord cordo con quanto ha detto l'onorevole Sälzer: in
avrebbe garantito un futuro alle 13 aziende del gas certi casi la Commissione può servire da guida
ed evitato la spesa pubblica sostenuta per chiudere all'industria e questo è uno di essi. Devo confessa­
l'industria del gas con un costo di circa 100 mi-re che quando si parla di ricerca e di sfruttamento
lioin di sterline e la perdita di circa 100 000 posti di catalizzatori e di formazioni geologiche, di mec­
di lavoro. Una seconda fonte di gas naturale, se canica dei fluidi e cose simili, che sono di diretto
scoperta, determinerebbe una situazione di approv­interesse delle compagnie petrolifere stesse, l'esi­
vigionamento più sicuro per il paese nel suo insie­genza di cooperazione è molto minore.
me. La Comunità potrebbe contribuire allo svilup­
po dei giacimenti di lignite a Longh Neagh nella
Alavanos (COM). — (GR) Signor Presidente, in
Contea di Antrim, dove esiste una riserva utilizza­
vari ambienti nel mio paese predomina l'opinione
bile di 100 milioni di tonnellate o l'equivalente di
che i programmi energetici non nucleari nella Co­
un giacimento petrolifero di medie dimensioni.
munità meritino il nostro appoggio, perché hanno
maggior rendimento a più breve termine e perché
Una nostra particolare preoccupazione è lo svilup­
ne possono trarre vantaggi tutti i paesi membri
po di risorse al largo delle coste, lo sfruttamento
della Comunità.
di molti giacimenti. La Comunità può aiutare no­
tevolmente i nostri sforzi a livello tecnico nel Ciò nonostante, quanto alla proposta concreta del­
settore del petrolio e del gas. Ciò è essenziale se la Commissione sul programma di ricerca e svilup­
vogliamo conquistare una posizione commerciale. po nel settore dell'ottimizzazione della produzione
Troveremo piccole sacche di petrolio e di gas ed è e dell'utilizzazione degli idrocarburi, esprimiamo
nell'interesse della Comunità aiutarci a sfruttare riserve fondamentali. Concordiamo con le osserva­
queste riserve. Non possiamo permetterci l'enorme zioni esposte poco fa dall'onorevole Viehoff a
capitale per l'uso di attrezzature del valore di nome del gruppo socialista. Questo tipo di pro­
molti milioni di sterline. Il programma di ricerca gramma rappresenta una forma di sovvenzione dei
della Comunità deve aiutarci a trovare metodi grandi monopoli petroliferi. Inoltre crediamo che
poco costosi per estrarre petrolio e gas. L'uso la proposta della Commissione non fissi chiara­
delle tecniche computerizzate e di navi progettate mente né il tipo dei programmi, né le condizioni
appositamente e attrezzate per essere localizzate su di applicazione, né le necessarie garanzie, né le
piccoli giacimenti è una possibilità. Un'altra è modalità di utilizzazione dei risultati da parte degli
l'uso di un sistema «template». Dobbiamo inoltre Stati membri. Per questa ragione i rappresentanti
avere irlandesi tecnicamente qualificati, altrimenti del partito comunista greco non voteranno a favo­
le multinazionali ci porteranno alla rovina. Cerche­re di questa proposta, tanto più se non verranno
ranno di convincerci che i costi sono enormi. approvati gli emendamenti dell'onorevole Viehoff.
Dobbiamo essere in grado di controllare le multi­
nazionali e di lavorare insieme a loro.
Fitzsimons (RDE). — (FR) Signor Presidente, l'au­
mento della produzione e dell'impiego di idrocar­
La CEE è il catalizzatore, ma i fondi per la
buri si è dimostrato un problema scientifico e
ricerca sull'energia non nucleare sono irrisori. Non
tecnico di grande interesse per se stesso e soprat­
vi sarà ottimizzazione della produzione e dell'uti­
tutto per la Comunità, che soffre di un'eccessiva
lizzazione degli idrocarburi senza un aumento dei
dipendenza dagli idrocarburi importati.
fondi disponibili o una ridistribuzione delle quote.
È evidente perciò che qualcosa deve essere fatto. Il programma della Commissione deve essere am­
Dobbiamo migliorare le nostre tecnologie e dob­pio e a lungo termine. La sua efficienza non può
biamo sapere come sfruttarle nel modo migliore. Il essere giudicata a breve scadenza. Questa è la
programma di ricerca su larga scala — come pro­ragione per cui, a mio parere, il programma di
posto dalla Commissione — risponde a questa ricerca e sviluppo sugli idrocarburi deve essere
esigenza. mantenuto come tale a causa della speciale natura
del programma stesso.
Naturalmente le società petrolifere e le industrie
L'idea che sta alla base di questo programma di della raffinazione, sono costantemente alle prese
ricerca è che attualmente si sfrutta meno del 30- con questi problemi, ma a breve termine solo per
40% delle fonti di petrolio e di gas nella Comuni­ assicurare una buona resa ai loro investimenti. Discussioni del Parlamento europeo N. 2-322/8 11.2.85
Fitzsimons
è infatti ancora il metodo meno costoso di produ­Fondamentalmente il programma di ricerca e le
zione di energia. Nello stesso tempo dobbiamo attività delle industrie sono complementari. Il pro­
riuscire a sviluppare forme di energia alternativa e gramma comunitario darà una base scientifica a
rigenerabile. Questo è il provvedimento meno co­lungo termine al programma delle industrie interes­
stoso, più importante, più ecologico e più rispetto­sate. Vorrei inoltre sottolineare che i programmi di
ricerca nazionali sono scarsi, insufficienti e fram­ so dell'ambiente. Lo continuerò a ripetere e a
mentari. Alcuni Stati membri della Comunità rea­ pretendere anche se trova un'eco così scarsa in
lizzano tali programmi, altri no. Un programma questa aula. Il nostro gruppo insisterà su questo!
comunitario coordinerà meglio tutti questi pro­
Romualdi (DR). — Signor Presidente, onorevoli grammi separati e rafforzerà il potenziale scientifi­
colleghi, prendo la parola semplicemente per di­co europeo. Se raggiungiamo gli obiettivi del pro­
chiarare che condivido in gran parte le conclusioni gramma proposto, senza dubbio la Comunità nel
della relazione Ippolito e cioè il parere positivo, suo insieme ne trarrà vantaggio, orientandosi verso
con tutte le riserve da lui epresse, sulla proposta uno sfruttamento più efficiente e una migliore
della Commissione delle Comunità europee relativa utilizzazione degli idrocarburi, il che le permetterà
all'adozione di un programma di ricerca e sviluppo di ridurre notevolmente la sua dipendenza dalle
nel settore dell'ottimizzazione della produzione e importazioni. Il gruppo di alleanza democratica
della utilizzazione degli idrocarburi. europea approva perciò il programma della Com­
missione e voterà a favore della relazione Ippolito. Lo faccio a nome delle destre europee e, in parti­
colare, del collega Petronio, ancora impossibilitato
Bloch von Blottnitz (ARC). — (DE) In linea di a essere qui, che più volte si è interessato di
massima i programmi per migliorare le conoscenze questo problema fondamentale ai fini di un incre­
sui giacimenti di idrocarburi e per ottimizzare i mento della ricerca e dell'utilizzazione di tutte le
metodi di sfruttamento dei giacimenti vanno consi­ fonti energetiche per mettere i paesi della nostra
derati positivamente, ma solo quando si dispone di Comunità in condizione di limitare al massimo la
dovizia di fondi e non quando si devono sottrarre nostra dipendenza dalle importazioni di petrolio da
i mezzi al finanziamento già risicato del program­ aree, per molte ragioni, sempre più scomode: im­
ma di ricerca sull'energia non nucleare. Questo è portazioni sempre più incerte, malsicure e sempre
un punto estremamente importante. pesantemente onerose per le nostre economie.
D'accordo, quindi, circa le ricerche di fonti ener­
In particolare il miglioramento e lo sviluppo di
getiche non nucleari incrementate dai paesi della
processi secondari e terziari per aumentare la resa
Comunità, anche chiamandovi a collaborare le
dei giacimenti di idrocarburi già noti possono por­
grandi società petrolifere e le grandi industrie
tare ad un migliore autoapprovvigionamento della
direttamente interessate alla ricerca e alla coltiva­
CEE. La ricerca per una valorizzazione delle fra­
zione e, soprattutto, allo sfruttamento degli idro­
zioni pesanti degli idrocarburi, che in futuro si
carburi, principalmente a scopi industriali e per lo
riscontreranno in maggiore quantità, avrà però un
sviluppo delle nuove tecnologie.
senso solo se si porrà l'accento sulla riduzione
La proposta supplementare della Commissione si delle emissioni.
muove in questo senso e mira anche a completare
Si devono invece considerare con la massima cau­ la ricerca sui risparmi energetici e sulle energie
tela i tentativi di utilizzazione di sabbie petrolifere alternative. Ma tutto questo, come è già stato
bituminose e scisti petroliferi come fonti di idro­ detto, non può ovviamente intaccare i fondi previ­
carburi. Infatti non siamo ancora in grado di sti per il programma Esprit, che deve continuare,
giudicare le conseguenze sull'ambiente provocate che è una ricerca indispensabile per il nostro svi­
dallo sfruttamento e dalla lavorazione di queste luppo. Ed è per questa ragione che è meglio
rocce. Perciò dobbiamo pretendere che prima di limitare il programma alla sola ricerca e coltivazio­
iniziare lo sfruttamento industriale di queste for­ ne degli idrocarburi nella Comunità, che è tutto
mazioni geologiche, si faccia anzitutto una valuta­ ciò che si può fare con la modesta somma a
zione delle conseguenze di tale tecnica. Dato inol­ disposizione: 35 milioni di ECU.
tre il dissesto delle nostre casse, dobbiamo anche
È fin troppo chiaro che tutto ciò deve avvalersi di esigere l'elaborazione di un piano di suddivisione
apporti tecnici al massimo livello, non so se attra­dei costi, nel quale si indichi chiaramente in quale
verso nuove commissioni o nuovi comitati di misura percentuale vi partecipano le società indu­
esperti, ma che si tratti di consulenze che siano striali.
veramente tali e al servizio degli interessi reali
Tutti questi programmi non sono però che toppe della nostra Comunità.
finché non ci decideremo ad adottare programmi
equivalenti per il risparmio energetico, e per un Tortora (NI). — Signor Presidente, noi radicali
più razionale impiego dell'energia; perché questo non possiamo non dichiararci felici per questo

Soyez le premier à déposer un commentaire !

17/1000 caractères maximum.