Hai da rilegare una tesina? Una guida su come scegliere una Rilegatrice

Publié par

hai da rilegare una presentazione Devi rilegare una tesina?

Publié le : vendredi 19 décembre 2014
Lecture(s) : 2
Licence : En savoir +
Paternité, partage des conditions initiales à l'identique
Nombre de pages : 1
Voir plus Voir moins
hai da rilegare una presentazioneDevi rilegare una tesina? Ecco come scegliere una Rilegatrice Il rilegatore o rilegatrice è un congegno dalle capacità celate che tutti vorrebbero avere in casa o in ufficio, anche se a volte non lo sanno: facilita a tenere ordine fra i propri documenti, è pratico per conservare nel migliore dei modi il proprio lavoro, e se si vuole presentare una tesi di laurea, un resoconto aziendale, un manoscritto, una "to do list" delle cose da fare alla propria mogliettina, il documento rilegato fa tutta un'altra scena: è più serio, è più raffinato, è più piacevole. Se stai meditando "desidero una rilegatrice", ecco ciò che devi sapere prima di comperarla. Rilegatrici: caratteri e varietà Bisogno che hai, macchina che trovi. Prima di acquistare una rilegatrice è meglio essere consci dell'uso che se ne vuole fare e del risultato che si auspica di conseguire. Tanto per cominciare è meglio prendere in esame la capacità di perforazione dell'apparecchio. La stima di fogli che è capace di perforare allo stesso momento è piuttosto variabile e se il proposito è quella di rilegare un romanzo è bene optare per una rilegatrice con una capacità di perforazione piuttosto alta. Dettaglio da non sottostimare è quello collegato alla capacità di rilegatura: si tratta del numero dei fogli che una rilegatrice è in grado di assemblare assieme, è quindi fondamentale prendere informazioni prima di acquistarla per non avere sgradite sorprese. Inoltre è meglio sapere la tipologia di rilegatura che il dispositivo è in grado di offrire. Ce ne sono almeno due: rilegatura a spirali plastiche. I dispositivi che offrono questo genere di rilegatura sono le più diffuse e economiche. Non solo sono facili da utilizzare, ma permettono di offrire un tocco di unicità al documento visto che gli anelli plastici che terranno assieme i documenti sono disponibili in una varietà di colorazioni, dai più sobri ai più eccentrici. Altro vantaggio relativo a questa tipologia di rilegatura è dato dal fatto che gli anelli possono essere aperti; in questo modo è possibile l'inserimento di altri fogli. Il peso di queste rilegatrici va dai 4 ai 10 kg, sono in grado di rilegare documentazione in A4 e A3, possono assemblare fino a 500 documenti e possiedono una potenzialità di perforazione che va dai 13 ai 25 documenti con 2 copertine; rilegatura a dorsi metallici. Se la tua intenzione è quella di creare un documento ben fatta, la rilegatura a dorsi metallici è quella che fa per te. Da tenere in conto però il fatto che una volta rilegato, il documento, non potrà più essere aperto. Il peso di queste macchine oscilla fra i 4 e i 14 kg, sono in grado di confezionare documenti in formato A4 e A3 fino ad un massimo di 130 fogli e possono perforare nello stesso istante 15 documenti e 2 copertine. Una volta scelta la rilegatrice che fa per te, non ti rimane che scegliere la colorazione dei dorsi, il cartoncino posto sul retro della rilegatura e le copertine trasparenti inserite sul fronte e potrai finalmente produrre ottime presentazioni e report. rilegatrice
Soyez le premier à déposer un commentaire !

17/1000 caractères maximum.