Libro bianco

-

Documents
84 pages
Obtenez un accès à la bibliothèque pour le consulter en ligne
En savoir plus

Description

COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE DELL'OCCUPAZIONE, DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI E DEGLI AFFARI SOCIALI V LA POLITICA SOCIALE EUROPEA UNO STRUMENTO DI PROGRESSO PER L'UNIONE «F*. ■■■ '4 COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE DELL'OCCUPAZIONE, DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI E DEGLI AFFARI SOCIALI LA POLITICA SOCIALE EUROPEA UNO STRUMENTO DI PROGRESSO PER L'UNIONE LIBRO BIANCO COM (94) 333 del 27 luglio 1994 Una scheda bibliografica figura alla fine del volume. Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, 1994 ISBN 92-826-8528-4 © CECA-CEE-CEEA, Bruxelles · Lussemburgo, 1994 Riproduzione autorizzata, salvo a fini commerciali, con citazione della fonte.

Sujets

Informations

Publié par
Nombre de visites sur la page 53
Langue Italiano
Signaler un problème

COMMISSIONE EUROPEA
DIREZIONE GENERALE DELL'OCCUPAZIONE,
DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI
E DEGLI AFFARI SOCIALI
V
LA POLITICA
SOCIALE EUROPEA
UNO STRUMENTO DI PROGRESSO
PER L'UNIONE
«F*.
■■■
'4 COMMISSIONE EUROPEA
DIREZIONE GENERALE DELL'OCCUPAZIONE,
DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI
E DEGLI AFFARI SOCIALI
LA POLITICA
SOCIALE EUROPEA
UNO STRUMENTO DI PROGRESSO
PER L'UNIONE
LIBRO BIANCO
COM (94) 333
del 27 luglio 1994 Una scheda bibliografica figura alla fine del volume.
Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, 1994
ISBN 92-826-8528-4
© CECA-CEE-CEEA, Bruxelles · Lussemburgo, 1994
Riproduzione autorizzata, salvo a fini commerciali, con citazione della fonte.
Fotografie della copertina: © CE, Age Resource, Eureka Slide
Printed in Belgium INDICE
PREFAZIONE 7
INTRODUZIONE—PRESERVARE E SVILUPPARE IL MODELLO SOCIALE
EUROPEO9
A — Valori comuni 9
Β — Principiguidaeobiettivi per il ruolo futuro dell'Unione 11
ZI Integrazionesocialeed economica: la chiaveèl'occupazione12
D Competitivitàeprogresso sociale: due faccedellastessamoneta 12
D Convergenzanelrispetto della diversità12
D Unabaseomogeneadi standard comuni minimi 12
C — Strumentidiazione13
Π Legislazioneeaccordi collettivi a livellocomunitario13
D Sostegno finanziario e incentivi 14
D Mobilitazioneecooperazione14
D Informazione14
D Analisi delletendenzefuture15
CAPITOLO I — OCCUPAZIONE — LA PRIORITA ASSOLUTA 17
A — Iniziative occupazionali dell'Unione 17
□ Progressi realizzati sinora18
Β — Il ruolo futuro dell'Unione21
D Sostegno alle politicheeallemisuredegliStati membri 21
D o a politiche eprassiefficacidicreazionedipostidilavoro .... 23
CAPITOLO II — INVESTIRE IN UNA MANODOPERA ALL'ALTEZZA
DELLA CONCORRENZA MONDIALE 25
D Potenziare i livelli di qualifica dellamanodoperaattuale e futura 25
D II Fondo sociale europeo 28
D Iniziative comunitarie30
Π Programmacomunitariodiformazione31 LA POLITICA SOCIALE EUROPEA — LIBRO BIANCO
CAPITOLO III — PROMUOVERE STANDARD ELEVATI DI PROTEZIONE
DEI LAVORATORI AI FINI DI UN'EUROPA COMPETITIVA 33
A — Completare l'attuale programma di azione sociale 34
D Informazione e consultazione dei lavoratori34
D Distacco dei lavoratori 34
D Lavoriatipici34
D Orariodilavoro35
Β — Consolidareunavalidabase di standard in materia di protezione dei
lavoratori35
C — Promozione della sanità e della salute sul lavoro 37
CAPITOLO IV — COSTRUZIONE DI UN MERCATODELLAVORO
EUROPEO 39
A — La libertàdimovimentodelle persone all'interno dell'Unione 39
Β — Sicurezzasocialeelibertàdi movimento40
C — EURES42
D — Integrazione degli immigrati42
E — Lotta contro il razzismo e la xenofobia 44
CAPITOLO V — PARITA DI OPPORTUNITATRALE DONNE E GLI UOMINI 45
A — Desegregare il mercato del lavoro e valorizzare il lavoro delle donne 46
Β — Conciliare il lavoro e la vita familiare 47
C — Promuovere la partecipazionedelledonnenelprocesso decisionale 48
D — I passi successivi 48
CAPITOLO VI—POLITICASOCIALEEPROTEZIONE SOCIALE —
UNASOCIETÀ ATTIVAPERTUTTI 51
A — Mantenereedadattareilmodello europeodiStatosociale51
Β — Promuovere l'integrazione sociale di tuttelepersone53
D La lotta contro la povertà e l'esclusionesociale53
D Promuovere l'integrazione sociale dei portatoridihandicap 55
D II ruolo economico e sociale degli anziani 56
D Parità di opportunità per tutti56
CAPITOLO VII — AZIONE NEL CAMPODELLASANITA PUBBLICA 59
4 INDICE
CAPITOLO VIII — SINDACATI, PADRONATO E ORGANIZZAZIONI
DI VOLONTARIATO INTESI QUALI PARTNER
NEL PROCESSO DI CAMBIAMENTO 61
A — Promuovere e rafforzare il dialogo sociale61
Β — Ampliare il ruolo delle organizzazioni di volontariato63
CAPITOLO IX — COOPERAZIONE INTERNAZIONALE —
IL RUOLO DELLA POLITICA SOCIALE EUROPEA 65
A — Cooperazione bilaterale e multilaterale 65
Β — Relazioni con i paesi dell'Europacentraleeorientale66
C — Questioni sociali legate alcommerciointemazionale66
CAPITOLO X — VERSO UNA PIÙEFFICACEAPPLICAZIONE
DELLA NORMATIVA EUROPEA69
A — Recepimento e attuazione delle direttive 69
Β — Strumenti per far rispettarelanormativaeuropea72
C — Adattare la legislazione vigenteadunmondoche cambia 73
D — Migliorare l'accesso alla legislazionedell'Unioneelasuatrasparenza 74
PASSI SUCCESSIVI 75 PREFAZIONE
Il presente libro bianco intende definire le Come il resto del mondo industrializzato,
l'Europa sta attraversando un periodo di pro­ principali linee d'azione a livello dell'Unione
fondi cambiamenti. per gli anni a venire.
La globalizzazione degli scambi e della pro­ Esso si basa sul principio che l'Europa ha
duzione, l'enorme impatto delle nuove tecno­ bisogno di una politica sociale ben fondata,
logie sul lavoro, sulla società e sui singoli innovativa e progressista se vuole affrontare
individui, l'invecchiamento della popolazione con successo le sfide che l'attendono nel
e il perdurare di elevati livelli di disoccupa­ futuro.
zione sono tutti fattori che, combinandosi,
sottopongono a tensioni senza precedenti il
La creazione di posti di lavoro deve conti­
tessuto socioeconomico di tutti gli Stati
nuare a occupare il primo posto nella lista
membri.
delle priorità. Le proposte in materia di
occupazione e di formazione contenute nel
In ciò consistevano le sfide trattate nel libro libro bianco sono parte integrante del pro­
verde sulla politica sociale. cesso avviato dal libro bianco su crescita,
competitività, occupazione.
L'Europa ha bisogno di un piano per la
gestione del cambiamento. Il libro bianco Ma la politica sociale va al di là dei meri
sulla crescita, competitività, occupazione ha aspetti occupazionali. Essa non interessa sol­
delineato due elementi importanti, vale a dire tanto la vita lavorativa delle persone, bensì
il modo di combinare le politiche macroeco­ anche altre sfere: la loro vita familiare, le
nomiche necessarie per una crescita sostenuta loro condizioni sanitarie e la vecchiaia. E
con una maggiore competitività, da un lato, chiaro che i profondi mutamenti che interes­
e, dall'altro, l'aspirazione ad una maggiore sano ora la società fanno sì che la complessa
creazione di posti di lavoro con un'elevata interazione di politiche da cui deriva la poli­
intensità occupazionale di tale crescita. tica sociale dovrà essere sviluppata in futuro
secondo nuove modalità.
A molte di tali sfide dovranno trovare rispo­
sta i singoli Stati membri, ma l'Unione può e
Il presente libro bianco definisce un quadro
deve svolgere un suo ruolo. per l'azione dell'Unione al cospetto di tali
sfide. Esso mira a consolidare, in un'aspira­
zione di continuità, quanto si è fatto in La politica sociale a livello europeo è chia­
passato, soprattutto per quanto concerne il mata a dare un contributo vitale al consolida­
mento del processo di cambiamento. diritto del lavoro, la sanità e la sicurezza, la
L'Unione non può occuparsi di tutto e ovvia­ libertà di movimento e la parità di tratta­
mento tra le donne e gli uomini. Esso mira mente non deve ingerirsi nelle responsabilità
inoltre ad avviare una nuova dinamica avan­proprie dei livelli nazionale, regionale e
zando nuove proposte in questo e in altri locale. LA POLITICA SOCIALE EUROPEA — LIBRO BIANCO
settori quali la protezione sociale, la parità di Per l'immediato futuro il nostro obiettivo
opportunità per tutti e la sanità pubblica. dev'essere di preservare e sviluppare il
modello sociale europeo all'approssimarsi del
Così facendo esso tende inoltre a stimolare XXI secolo, di assicurare ai cittadini
una nuova cooperazione tra gli Stati membri, dell'Europa quella peculiare miscela di
le parti sociali e le organizzazioni di volonta­ benessere economico, coesione sociale ed
riato, i cittadini europei e gli organismi elevata qualità della vita in generale che si è
internazionali nel processo di cambiamento. raggiunta nel periodo postbellico. ■