Claude Monet
160 pages
Italiano

Découvre YouScribe en t'inscrivant gratuitement

Je m'inscris

Claude Monet , livre ebook

-

Découvre YouScribe en t'inscrivant gratuitement

Je m'inscris
Obtenez un accès à la bibliothèque pour le consulter en ligne
En savoir plus
160 pages
Italiano
Obtenez un accès à la bibliothèque pour le consulter en ligne
En savoir plus

Description

Per Claude Monet la creazione artistica è sempre stata una lotta sofferta. Attribuiva maggiore
importanza di quanto non facessero i suoi contemporanei a un aspetto essenziale dell’Impressionismo: comunicare all’osservatore le emozioni prodotte dalla luce. Per usare le parole di Monet: «Le tecniche vanno e vengono […] L’arte rimane la stessa: una rappresentazione della natura che richiede impegno e sensibilità. Io mi misuro e combatto con il sole […]. Bisognerebbe dipingere con oro e pietre preziose».

Sujets

Informations

Publié par
Date de parution 01 juillet 2011
Nombre de lectures 1
EAN13 9781780422640
Langue Italiano
Poids de l'ouvrage 43 Mo

Informations légales : prix de location à la page 0,035€. Cette information est donnée uniquement à titre indicatif conformément à la législation en vigueur.

Exrait

NNiinnaa KKaalliittiinnaa
Claude
MONETClaude
CLAUDE MONET
Edizione originale
Testi: Nina Kalitina
Progetto grafico e impaginazione:
Baseline Co Ltd
127-129A Nguyen Hue Boulevard
rdFiditourist Building, 3 Floor, District 1, Ho Chi Minh (Vietnam)
© Confidential Concepts, worldwide, USA
© Sirrocco, London, UK
ISBN: 978-1-78042-264-0
Tutti i diritti sono riservati, in Italia e all’estero, per tutti i Paesi. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa
con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma (fotomeccanica, fotocopia, elettronica, chimica, su disco o altro, compresi cinema, radio, televisione)
senza autorizzazione scritta da parte dell’Editore. In ogni caso di riproduzione abusiva si procederà d’ufficio a norma di legge.Monet
Sommario
5 La vita
49 Le opere
137 Cronologia
145 Esposizioni
151 Bibliografia
157 Indice delle opere riprodotte
3.1. Pierre Auguste Renoir, Ritratto di Claude Monet, 1875.
4.4.La vita
ustave Geffroy, amico e biografo di Claude Monet, soprattutto dopo che, divenuto famoso, fu molto corteggiato
inserì due ritratti dell’artista nella sua monografia. Il da critici d’arte e da giornalisti. Gprimo, opera di un pittore mediocre, ritrae Monet Che immagine dobbiamo dunque farci di Monet?
all’età di diciotto anni: un giovane bruno con camicia a righe, Prendete una fotografia degli anni Settanta. Non è più un
a cavalcioni di una sedia, con le braccia attorno allo schienale. giovanotto, ma un uomo maturo con una folta barba nera e
La posa fa pensare a un carattere vivace e impulsivo; il viso, baffi, la sommità della fronte nascosta dai capelli tagliati
incorniciato da capelli che scendono sulle spalle, mostra uno corti. L’espressione degli occhi castani è decisamente vivace e
sguardo inquieto, mentre la linea della bocca e del mento il suo viso nel complesso emana sicurezza ed energia. Questo
esprime una forte volontà. Geffroy inizia la seconda parte del è Monet nel momento in cui senza compromessi lottava per
suo libro con un ritratto di Monet all’età di ottantadue anni. nuovi ideali estetici. Prendete ora l’autoritratto con il
Vediamo un vecchio tarchiato con una folta barba bianca che berretto che risale al 1886, l’anno dell’incontro con Geffroy
sta sicuro di sé in posizione eretta a gambe divaricate: calmo e sull’isola di Belle-Ile al largo della costa meridionale della
saggio, Monet conosce il valore delle cose e crede solo nel Bretagna. «A prima vista» ricorda Geffroy «avrei potuto
potere immortale dell’arte. Non a caso ha scelto di posare con scambiarlo per un marinaio, perché indossava giacca, stivali
la tavolozza in mano davanti a un pannello della serie delle e cappello molto simili a quelli che porta la gente di mare.
Ninfee. Ci sono rimasti numerosi ritratti di Monet – Usava quell’abbigliamento per proteggersi dalla brezza
autoritratti, dipinti di suoi amici (Manet e Renoir tra gli altri), marina e dalla pioggia». Alcune righe sotto Geffroy scrive:
fotografie di Carjat e Nadar – che riproducono la fisionomia «Era un uomo robusto in maglione e berretto, con la barba
dell’artista in diversi periodi della sua vita. Possediamo anche arruffata e gli occhi brillanti, da cui mi sentii subito
1molte descrizioni letterarie dell’aspetto fisico di Monet, trapassato».
2. Barca tirata in secco a Honfleur, 1864, New York,
Memorial Art Gallery of the University of Rochester.
5.5.Nel 1919, quando Monet viveva quasi da recluso a Giverny, abbandonandoli a se stessi. Cedendo a crisi di disperazione
non lontano da Vernon-sur-Seine, ricevette la visita di Fernand fuggiva non importava dove pur di cambiare ambiente e
Léger, che lo vide come «un gentiluomo piuttosto basso con sottrarsi a una situazione nella quale aveva patito un
panama e abito grigio chiaro di taglio inglese… Aveva una fallimento personale e professionale. Una volta arrivò persino
grande barba bianca, un viso roseo, piccoli occhi che brillavano a pensare al suicidio. Altrettanto difficile da giustificare è il suo
2allegri, ma forse con un leggero tocco di diffidenza…». comportamento nei confronti degli impressionisti quando,
I ritratti di Monet, sia letterari sia visivi, lo dipingono come seguendo l’esempio di Renoir, ruppe la “sacra unione” e si
una figura instabile e inquieta. Era capace di offrire rifiutò di partecipare alla quinta, sesta e ottava mostra del
un’impressione di spavalderia e di audacia oppure poteva gruppo. Degas ebbe buone ragioni per accusarlo di
mostrare, soprattutto in vecchiaia, placida sicurezza. Sia gli sconsiderata autopromozione quando venne a sapere che
amici di gioventù, Bazille, Renoir, Cézanne, Manet, sia le Monet si era rifiutato di esporre le sue opere con gli
persone intime che gli facevano visita a Giverny – innanzitutto impressionisti nel 1880. Infine, l’atteggiamento ostile nei
Gustave Geffroy, Octave Mirbeau e George Clemenceau – erano confronti di Paul Gauguin è del tutto indifendibile. Questi
ben consapevoli delle crisi di tormentosa insoddisfazione e dei episodi esemplificano molto chiaramente il carattere
dubbi angosciosi di cui il pittore era spesso vittima. Il crescente contraddittorio di Monet.
malumore e la scontentezza di sé trovavano spesso sfogo in atti Il lettore potrebbe chiedere: perché parlare di aspetti
di furore incontrollato e primitivo, quando Monet distruggeva personali in un saggio su un artista, soprattutto se lo mostrano
dozzine di tele, grattando via il colore, tagliandole a pezzi e in una luce non particolarmente attraente? È sempre
talvolta persino bruciandole. Il mercante d’arte Paul Durand- pericoloso dividere una personalità, unica nella sua integrità,
Ruel, a cui Monet era legato da contratto, ricevette dall’artista in due metà: da un lato l’uomo comune con tutte le sue
una valanga di lettere con la richiesta di posporre la data di una complessità e le disgrazie della sua storia personale, dall’altra il
mostra dei suoi dipinti. Monet scriveva che aveva “non soltanto pittore famoso che ha scritto il proprio nome nella storia
raschiato, ma semplicemente stracciato” gli studi che aveva dell’arte mondiale. Le grandi opere d’arte non sono create da
iniziato, che, per essere soddisfatto, era essenziale apportare persone ideali e se la conoscenza della loro personalità in realtà
modifiche, che i risultati raggiunti erano «incommensurabili non ci aiuta a comprenderne i capolavori, può almeno
con lo sforzo profuso» che era «di cattivo umore» e «buono a spiegarci le circostanze in cui tali capolavori sono stati creati.
3nulla» . Gli improvvisi cambiamenti d’umore di Monet, la costante
Monet fu capace di mostrare grande coraggio civile, ma a insoddisfazione di sé, le decisioni estemporanee, le emozioni
volte si rese anche colpevole di codardia e di incoerenza. Così tempestose e la fredda metodicità, la consapevolezza che la sua
nel 1872, insieme al pittore Eugène Boudin, fece visita in personalità era stata forgiata dalle inquietudini della sua epoca,
prigione all’idolo della sua gioventù, Gustave Courbet, un mal disposta verso il suo estremo individualismo: se
evento in sé non molto significativo ma, dato l’ostracismo prendiamo in considerazione globalmente tutti questi aspetti,
generale a cui era stato condannato il comunardo Courbet, un ci possiamo spiegare gran parte dei processi creativi dell’artista
atto sia audace sia nobile. Per quanto riguarda la memoria di e del suo rapporto con la propria opera.
Edouard Manet, Monet fu il solo membro della cerchia di Claude-Oskar Monet nacque a Parigi il 14 novembre 1840,
artisti che si era raccolta attorno al leader di Batignolle ad agire ma tutti i suoi ricordi di bambino e di adolescente sono legati
quando seppe dall’artista americano John Singer Sargent che il a Le Havre, la città dove la sua famiglia si trasferì verso il 1845.
capolavoro di Manet, Olympia, avrebbe potuto essere venduto L’ambiente in cui il ragazzo crebbe non era favorevole agli
agli Stati Uniti: con un appello ai francesi raccolse il denaro studi artistici: il padre di Monet commerciava in prodotti
necessario per acquistare il dipinto per il Louvre. Ancora, al coloniali ed era sordo al desiderio del figlio di diventare un
tempo del caso Dreyfuss, negli anni Novanta, Monet si schierò artista. Le Havre non poteva vantare collezioni d’arte
con i sostenitori di Dreyfuss ed espresse la propria significative, né mostre, né una scuola d’arte.
ammirazione per il coraggio dimostrato da Emile Zola. Un Il ragazzo dovette accontentarsi dei consigli della zia, che
episodio più personale testimonia la natura profondamente dipingeva per puro piacere personale, e dei suggerimenti del
affettiva della personalità di Monet. Rimasto vedovo, negli suo insegnante. L’esperienza più emozionante provata dal
anni Ottanta si risposò con Alice Hoschedé, che aveva cinque giovane Monet in Normandia fu l’incontro con l’artista
figli dal precedente matrimonio. Monet li accolse a braccia Eugène Boudin. Fu Boudin che scoraggiò Monet dal passare
aperte e sempre si riferì a loro come «i miei figli». tanto tempo a produrre le caricature che gli avevano procurato
C’era tuttavia un altro lato della personalità dell’artista. il suo primo successo come artista e lo spinse a p

  • Accueil Accueil
  • Univers Univers
  • Ebooks Ebooks
  • Livres audio Livres audio
  • Presse Presse
  • BD BD
  • Documents Documents