La lecture en ligne est gratuite
Le téléchargement nécessite un accès à la bibliothèque YouScribe
Tout savoir sur nos offres

Partagez cette publication

Qui Lega Parlamento, Via Uffici del Vicario, 21 00186 Roma Fax 0667603091 email quilega@quilega.zzn.com
Qui Lega Parlamento
Notiziario sull’attività politica della Camera, del Senato e del Governo
la settimanail punto ANCHE PER I SINDACATI Cassazione, sentenza politica Bilanci obbligatori La sentenza della Cassazione, chevolta che la sinistra in crisi utilizza Obbligo per i sindacati di redigere bilanci ha negato lo spostamento dei pro-qualsiasi pretesto alla ricerca di trasparenti, divieto di operare trattenute cessi Imi-Sir e Sme che vedono coin-un’identità che ormai non ha più. Il dirette su stipendi e pensioni che invece volto anche il presidente del Consi-secondo aspetto che abbiamo a cuo-devono essere volontari. Sono i contenuti glio, oltre ad aver provocato unre sottolineare è la faziosità politica della proposta di legge firmata da terremoto politico, dimostra due cose.di una parte della magistratura che Piergiorgio Martinelli e Giovanni Didonè Senza voler entrare nel merito dellanon ha più neanche l’ombra di quella che tornano all’attacco su questa materia, d e c i s i o n ed e ig i u d i c id e l l aserenità e imparzialità necessaria già oggetto, nelle passate legislature, di Cassazione, diventa doveroso, an-per poter svolgere i propri compiti a specifici provvedimenti mai diventati legge cora una volta, smascherare le bugieservizio dei cittadini. E la Lega, di di Stato. Ma questa volta sarà diverso, della sinistra. I fatti dimostrano chefronte ad una situazione sempre più assicurano gli esponenti del Carroccio, non è vero che la legge sul legittimopesante, ipotizza una soluzione visto che la proposta di legge è già sospetto è stata fatta su misura pro-estrema: nel caso di una condanna all’esame della commissione lavoro. «Non prio per Berlusconi. E questo è ildel premier si torni a votare. A ribel-c’è nessuna finalità punitiva - ha detto primo punto: le manifestazioni, i gi-larsi è la sinistra che di fronte ad uno Alessandro Ce’ - nei confronti di qualcuno. rotondini vari messi in scena dallascenario simile impallidisce. Tornare Ma anche i sindacati che svolgono funzioni sinistra all’epoca della discussionea votare significherebbe non solo il meritorie nel confronto con le parti sociali, e approvazione della legge Ciramisuo ulteriore ridimensionamento, ma devono sottostare alle regole di uno stato erano infondati. Ma ciò non deveanche la conferma che il popolo sta liberale e di diritto in cui tutte le associazioni destare meraviglia, non è la primadalla parte del centro destra. e gli organismi che si occupano di diritti dei cittadini devono operare alla luce del sole». Per Martinelli «non sono prima pagina comprensibili» le reazioni critiche che vengono da parte del mondo sindacale e Dario Galli ha ricordato che il mondoPensioni, riforma entro giugno sindacale «è una grande organizzazione Arriverà entro giugno l’approvazioneinsostenibile che vede sulle spalle che gestisce, tra contributi statali e della legge delega sulla riforma delledei giovani tutto il peso dei conti che versamenti degli associati, circa 1500 pensioni, prima dell’inizio del seme-non tornano. «Sulle pensioni - dice miliardi di vecchie lire» stre italiano di presidenza dell’Unioneil ministro delle riforme, Umberto europea. La legge, che ora è all’esa-Bossi - la sinistra ha portato avanti WELFARE A MILANO me delle commissioni della Camera,una politica demenziale, facendo Apre nuova sede prevede la tutela dei diritti pensioni-saltare la famiglia per sostituirla con Si occuperà soprattutto di anziani non stici acquisiti ed incentivi alla perma-lo Stato. Tutto questo ha avuto la autosufficienti e di volontariato la struttura nenza al lavoro con garanzia delconseguenza drammatica di portare mista dei ministeri del Welfare e della Salute diritto di ottenere, in ogni caso, levia soldi ai giovani per darli ai vecchi. inaugurata a Milano. «Ospiteremo in prestazioni pensionistiche già matu-E’ stato abolito il meccanismo secon-particolare - ha detto il ministro Roberto rate. Previste, inoltre, misure di so-do il quale i genitori crescevano i figli Maroni - diverse attività unitamente al stegno alla previdenza complemen-che poi da grandi aiutavano i genitori ministero della Salute in quei settore in cui tare, riordino degli enti pubblici dianziani». L’unica soluzione, non certo le competenze sono più collegate, come previdenza e assistenza obbligatoria.semplice, è cancellare la politica della nel caso degli anziani non autosufficienti». «La delega - spiega il ministro delsinistra e trovare un nuovo equilibrio. Il trasferimento a Milano delle competenze welfare, Roberto Maroni - prevedeE la riforma delle pensioni, quindi, anche relative al volontariato e al terzo incentivi per innalzare l’età pensiona-rientra in un progetto generale: «C’è settore è stato deciso perché il capoluogo bile, come ci chiede l’Europa, senzachi ha pagato - spiega Bossi - e giu-lombardo è, come noto, la capitale intervenire sulle pensioni di invalidità.stamente vuole il rispetto delle regole. dell’associazionismo, spiega Maroni, E contiene provvedimenti per favorireE contemporaneamente ci sono i mentre la struttura che si occuperà della la nascita di adeguati finanziamentigiovani, tagliati fuori completamente responsabilità sociale delle imprese è stata per la previdenza complementare,ma sui quali si basa il sostegno del decisa in ottemperanza al fatto che si tratta che è l’altro grande obiettivo. Nonsistema. Queste sono le conseguen-di una delle priorità del semestre italiano servono altri interventi».ze dell’Europa socialista. Un vero di presidenza Ue». Gli uffici si trovano in Le cifre dell’Inps evidenziano, in tuttadramma. Adesso bisogna trovare la via Mazzini, in pieno centro, nei locali la loro drammaticità, l’urgenza di unavia per invertire progressivamente occupati già dall’Inail. riforma previdenziale e un sistemaquesto trend, che non è cosa facile» 31 gennaio 2003anno III n.03
Pag. 2Qui Lega Parlamento camera focus Forestale, sì alla legge ma senza voto della Lega IN COMMISSIONE FINANZE Via libera al decreto fiscale Bocciatura senza appello pere alle modifiche al titolo V della Via libera della commissione finanze al decreto di la legge sul riordino del corpoCostituzione che prevede le Natale sui condoni fiscali. Tra le novità introdotte, forestale dello Stato approvatacompetenze ambientali a ca-l’abolizione del tetto di 100mila euro per ogni annualità, dalla Camera. I deputati delrico del ministero dell’Ambien-previsto nella prima versione del provvedimento, per Carroccio abbandonano l’Aulate e non del ministero per le quanto riguarda il condono tombale e la decisione di al momento del voto per espri-Politiche Agricole. Inoltre, per ammettere alle sanatorie anche i contribuenti indagati mere, in maniera più incisiva,la legge 300 del 99, il Corpo fino alla notifica della richiesta di rinvio a giudizio. Il che loro proprio non ci stannoForestale avrebbe dovuto es-decreto, che sarà all’esame dell’Aula la prossima a votare un provvedimentosere regionalizzato per il 70 settimana, prevede la possibilità per coloro che hanno che porta le competenze delper cento e trasferito dal Mini-dichiarato gli importi dovuti al fisco ma non hanno Corpo forestale al ministerostero delle politiche agricole versato il dovuto di mettersi in regola, di sanare anche delle politiche agricole e chea quello dell’Ambiente per il il bollo auto (per le Regioni a statuto speciale) e il tradisce non solo lo spiritoresiduo 30 per cento mentre contributo annuale alle Camere di Commercio. della devolution ma che è pureil testo approvato rimette in Prevista, inoltre, una sanatoria anche per i in contrasto con le linee delcapo al ministero delle Politi-concessionari della riscossione. Esclusa dal programma elettorale dellache Agricole l’organizzazione provvedimento la proroga della Tremonti bis per le Casa delle Libertà. In partico-del corpo forestale. La Lega zone colpite da calamità naturali nel corso del 2002. lare, il provvedimento è, se-Nord, tradizionalmente favore-Ed è proprio questa decisione, giustificata dal relatore condo il Carroccio, contrariovole alla regionalizzazione, Giorgio La Malfa con la motivazione di estraneità di ai principi di sussidiarietà ver-avrebbe voluto l’attuazione materia, a provocare la levata di scudi da parte della ticale che avrebbero volutodelle norme vigenti. Infine, il Lega Nord. E’ a questo punto che lo stesso relatore tutte le competenze a livelloCarroccio contesta l’attribuzio-annuncia la ripresentazione, in Aula, di quegli stessi periferico gestite dalle Regio-ne al Corpo forestale dello emendamenti giudicati inammissibili. «La Lega Nord ni. Anche in materia ambien-Stato di poteri di polizia - dice Sergio Rossi - prende atto delle rassicurazioni tale bisognava prevedere unagiudiziaria, facendo aumenta-del relatore e del governo sulla questione delle normativa concorrente nellare, di fatto, il numero di forze agevolazioni per le zone colpite dalle alluvioni nel quale lo Stato fissasse i prin-di polizia con gli stessi compiti. 2002, resta comunque in attesa degli eventi che si cipi generali ed eventualmente«Non possiamo accettare - ha svolgeranno quando il provvedimento sarà in Aula». i controlli, mentre l’organizza-detto Luigino Vascon - un Il Carroccio ripresenterà, comunque, tutti gli zione, la gestione del perso-provvedimento centralista che emendamenti che il relatore aveva dichiarato nale e i servizi avrebbero do-tradisce le nostre idee. Non inammissibili dalla Tremonti bis, agli sgravi fiscali, vuto essere normati dallesolo, mi sembra quanto meno alla sospensione del pagamento dei mutui per i Regioni. La Lega sottolineaincoerente, da parte della Cdl, prossimi tre anni per i comuni colpiti dalle alluvioni, pure che la legge appena ap-schierarsi a favore di una leg-all’esenzione dal pagamento Ici per i fabbricati crollati provata fa un passo indietroge che è contraria al program-o inagibili persino rispetto alla Bassaninima elettorale». PUBBLICITA’ SU INTERNET Raggirate migliaia di aziende le nostre proposte Compilano semplici moduli informativi in occasioni HANDICAP di fiere ed esposizioni internazionali e si ritrovano a Chiamateli “diversamente abili”dover pagare oltre 750 euro l’anno per tre anni di pubblicità su Internet. E’ accaduto già a oltre duemila Non chiamateli più handicappati ma diversamente abili. E’ aziende che sono state raggirate, con questo semplice quanto prevede la proposta di legge presentata da Francesca espediente, da una società austriaca, la Construt Martini e firmata da tutti i parlamentari del carroccio. Sostituire Data Verlag Gmbh con sede a Vienna e operativa le definizioni nelle leggi di riferimento rappresenta, spiega dal 1998. Il sito che riporta la pubblicità, per altro mai martini «un segno di civiltà da parte nostra visto che, nel richiesta dalle aziende avvicinate dai garbati gergo comune, l’espressione “handicappato” ha assunto una rappresentanti della società austriaca, è connotazione dispregiativa da parte di persone incivili. Anche www.fairguide.com. Sull’intera vicenda Edouard la stessa definizione di “dis-abilità” attraverso il suo prefisso Ballaman ha presentato un’interrogazione al ministro sembra porre l’accento su un ipotetico dis-valore, cioè degli esteri e a quello delle attività produttive: «ho sull’assenza di abilità e non sulle potenzialità della persona». chiesto che, attraverso la nostra ambasciata, vengano Il 2003 è l’anno delle persone diversamente abili e, per la sensibilizzate le autorità austriache per troncare tale parlamentare leghista, è certamente un buon modo per attività truffaldina, anche nell’ottica prevista dal nostro iniziarlo è attuare, in pieno l’articolo 3 della Costituzione che governo secondo cui le ambasciate devono servire sancisce, tra l’altro, che tutti i cittadini hanno pari dignità anche alla tutela delle nostre imprese». Ballaman, sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzioni di inoltre, sollecita una campagna di sensibilizzazione condizioni personali e sociali. e di informazione contro simili truffe. 31 gennaio 2003anno III n. 03
Qui Lega ParlamentoPag. 3 senato Crisi Iraq, il dibattito arriva in Aulafocus Tutti i segnali che arrivano danistro della difesa, Antonio oltreoceano fanno intendere,Martino, che metterà a dispo-lasciando poco spazio per isizione degli Usa le basi NatoODONTOIATRIA dubbi, che la guerra contropresenti sul territorio anche Tutelare diritti acquisiti l’Iraq è alle porte. Gli ispettorise «solo per rifornimenti e scali Onu hanno sì ottenuto unatecnici». E il discorso tenuto Tutelare i diritti acquisiti degli odontoiatri. Era la proroga per cercare nuovedal ministro dell’estero, Franco richiesta avanzata dalla senatrice della Lega Nord prove che Saddam nascondaFrattini, nell’Aula di Palazzo Rossana Boldi e che il ministro per le politiche armi non consentite, ma l’in-Madama offre più di una rifles-comunitarie, Rocco Buttiglione, ha disatteso. telligence americana, per boc-sione: Frattini ha ribadito che «Sarebbe stato sufficiente - dice l’esponente del ca del sottosegretario Colinla proroga all’ispezione è real-Carroccio - inserire all’interno della legge comunitaria Powell, ha annunciato che lamente l’ultima possibilità offer-la piccola norma, ma il ministro non lo ha fatto». Di prossima settimana porterà alta a Saddam per venire allo più: «con un atto di imperio e nonostante il parere Consiglio di sicurezza del-scoperto, che il nostro Paese contrario espresso dalla commissione sanità di l’Onu le prove delle armi proi-riconosce la centralità dell’Onu bite tenute da Saddam e deima che anche questo devePalazzo Madama già in prima lettura, è stata introdotta legami tra Iraq e Al Qaeda.fare la sua parte, dimostrandola norma che vieta l’esercizio dell’odontoiatria ai Se gli Usa sono quindi decisila sua credibilità. Sarebbe me-laureati in medicina e chirurgia dopo il 1985, anche ad andare fino in fondo e, in-glio trovare una soluzione pa-se in possesso di specializzazione. L’atteggiamento sieme con l’inseparabile Grancifica, e questo nessuno lo del ministro è stato piuttosto singolare». Nel testo, Bretagna, si dicono pronti amette in dubbio, a patto però infatti , spiega Boldi, non viene prevista per questi qualunque evenienza, l’Euro-che sia possibile e, soprattutto soggetti alcuna norma di salvaguardia che sancisca pa non è altrettanto unita. Dache non sia la sicurezza del almeno i diritti di chi ha scelto questo percorso una parte Germania e Franciamondo a doverne fare le spe-formativo seguendo una direttiva autorizzata dalla che si sono espresse conse. legge italiana, e questo «nonostante già a luglio -chiarezza contro l’eventualità«L’Italia deve preservare il prosegue la senatrice - fossero stati presentati di una guerra e, dall’altra, Pa-legame che la unisce con gli emendamenti anche a mia firma in tal senso. Questo esi come Italia e Spagna cheStati Uniti - ha sottolineato cercano una strada diversa eLuigi Peruzzotti - ma devedenota l’ignoranza del problema da parte del ministro più vicina agli alleati. Tantocomportarsi da alleato, nonButtiglione e l’ottusità di alcuni funzionari europei, da aver espressosolidarietà dasuddito degli Usa». Inter-ma soprattutto italiani. La soluzione, a questo punto, agli Usa: porta infatti la firmavenendo nel dibattito che si è credo sia l’immediata presentazione di un apposito di otto Paesi (Italia, Gran Bre-svolto a Palazzo Madama, il disegno di legge volto ad introdurre questa norma di tagna, Spagna, Ungheria, Po-senatore leghista ha chiesto salvaguardia per tutti quei professionisti che nel pieno lonia, Danimarca, Portogalloche si proroghi il mandato agli rispetto della normativa italiana si sono laureati in e Repubblica Ceca) il docu-ispettori Onu in Iraq e che «si medicina e poi hanno frequentato le scuole di mento che in sostanza ribadi-faccia di tutto per disarmare specializzazione in discipline odontoiatriche. Questo sce la volontà di rimanere alSaddam, che ha più volte di-è quello che farò con la presentazione del disegno fianco di Bush. Sul piano po-mostrato in passato la sua di legge per evitare allo stato italiano migliaia di cause litico interno, l’Italia ha confer-aggressività e la sua mancan-legali». mato, con una lettera del mi-za di scrupoli». dall’Europa Servono nuove norme per le importazioni delle carni salate di pollo e tacchino da Paesi terzi. Il problema è stato sollevato, in sede europea, dal sottosegretario Gianpaolo Dozzo che Qui Lega Parlamento,notiziario sull’attività sulla questione ha ottenuto l’appoggio di Spagna, Irlanda e politica della Camera, del Senato e del Governo Francia. L’attuale sistema di classificazione, infatti, inserisce 31 gennaio 2003, anno III, n. 3 tra le carni salate i petti di pollo e tacchino congelati addizionati Via Uffici del Vicario, 21 00186 Roma con appena il 2 per cento di sale. «Ci aspettiamo – ha detto FAX 0667603091 Dozzo - che ora la Commissione si impegni per meglio email quilega@quilega.zzn.com armonizzare tale sistema di classificazione ed approfondire Questo numero è stato realizzato da Iva Garibaldi le questioni tariffarie collegate, sia pure nel quadro degli Qui Lega è anche su internet al sito organismi competenti a livello internazionale, al fine di evitare www.leganord.org che per effetto di tali meccanismi di classificazione la concorrenza ne risulti distorta a danno della produzionePer ricevere “Qui Lega” per email è sufficiente inviare la avicola interna. Continueremo, tuttavia, a seguire da vicinorichiesta di adesione al nostro indirizzo: l’evoluzione della situazione e ad essere presenti nelle sediquilega@quilega.zzn.com opportune per intervenire con adeguate proposte» 31 gennaio 2003anno III n. 03
Un pour Un
Permettre à tous d'accéder à la lecture
Pour chaque accès à la bibliothèque, YouScribe donne un accès à une personne dans le besoin