Conferenza intergovernativa del 1996 (CIG 96)

De
CONFERENZA INTERGOVERNATIVA DEL 1996 (CIG 96) RELAZIONE DEL GRUPPO DI RIFLESSIONE ALTRI RIFERIMENTI DOCUMENTALI Segretariato generale Consiglio dell'Unione europea CONFERENZA INTERGOVERNATIVA DEL 1996 (CIG 96) RELAZIONE DEL GRUPPO DI RIFLESSIONE E ALTRI RIFERIMENTI DOCUMENTALI Bruxelles, dicembre 1995 Segretariato generale del Consiglio dell'Unione europea Politica dell'informazione, Trasparenza e Pubbliche relazioni AVVERTENZA La presente pubblicazione costituisce uno strumento di documentazione elaborato dal Segretariato generale del Consiglio. Essa non impegna la responsabilità delle istituzioni comunitarie né dei governi degli Stati membri. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla divisione «Politica dell'informazione, Trasparenza e Pubbliche relazioni» al seguente indirizzo: Segretariato generale del Consiglio Rue de la Loi 175 B-1048 Bruxelles Telefono: (32 2)285 61 11 Fax: (32 2) 285 63 61 Una scheda bibliografica figura alla fine del volume. Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, 1996 ISBN 92-824-1286-5 © CECA-CE-CEEA, Bruxelles · Lussemburgo, 1996 Riproduzione autorizzata, salvo a fini commerciali, con citazione della fonte.
Publié le : vendredi 17 février 2012
Lecture(s) : 73
Source : EU Bookshop, http://bookshop.europa.eu/
Nombre de pages : 92
Voir plus Voir moins

CONFERENZA INTERGOVERNATIVA DEL 1996
(CIG 96)
RELAZIONE DEL GRUPPO DI RIFLESSIONE
ALTRI RIFERIMENTI DOCUMENTALI
Segretariato generale
Consiglio dell'Unione europea CONFERENZA INTERGOVERNATIVA DEL 1996
(CIG 96)
RELAZIONE DEL GRUPPO DI RIFLESSIONE
E
ALTRI RIFERIMENTI DOCUMENTALI
Bruxelles, dicembre 1995
Segretariato generale del Consiglio dell'Unione europea
Politica dell'informazione, Trasparenza e Pubbliche relazioni AVVERTENZA
La presente pubblicazione costituisce uno strumento di documentazione elaborato dal
Segretariato generale del Consiglio. Essa non impegna la responsabilità delle istituzioni
comunitarie né dei governi degli Stati membri.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla divisione «Politica dell'informazione, Trasparenza e
Pubbliche relazioni» al seguente indirizzo:
Segretariato generale del Consiglio
Rue de la Loi 175
B-1048 Bruxelles
Telefono: (32 2)285 61 11
Fax: (32 2) 285 63 61
Una scheda bibliografica figura alla fine del volume.
Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, 1996
ISBN 92-824-1286-5
© CECA-CE-CEEA, Bruxelles · Lussemburgo, 1996
Riproduzione autorizzata, salvo a fini commerciali, con citazione della fonte.
Printed in Belgium Stampato su carta sbiancata senza cloro SOMMARIO
Premessa
Consiglio europeo di Madrid (15 e 16 dicembre 1995):
Conclusioni della Presidenza sulla Conferenza intergovernativa del 1996
Relazione del Gruppo di riflessione 11
* Lettera di trasmissione della relazione del Gruppo di riflessione
da parte del Sig. Westerdorp y Cabeza, Presidente del Gruppo,
al Sig. González Márquez, Presidente del Consiglio europeo 13
* Prima parte: Una strategia per l'Europa7
* Seconda parte: Ordine del giorno commentato 29
I. La riforma dell'Unione europea: impegno per il futuro 31
II. Il cittadino e l'Unione 4
III. Un'Unione efficiente e democratica 54
IV. Azione esterna dell'Unione 7
Riferimenti ai contributi delle istituzioni ai lavori del Gruppo di riflessione 83 PREMESSA
Due anni dopo l'entrata in vigore del trattato di Maastricht, la strategia dell'Europa per
i tempi nuovi deve affrontare una nuova fase di revisione.
Il Consiglio europeo di Madrid del 15 e 16 dicembre 1995 ha convenuto di inaugurare
solennemente il 29 marzo 1996 a Torino la Conferenza intergovernativa (CIG 96). Essa
dovrà esaminare i miglioramenti che occorrerà apportare ai trattati per permettere
all'Unione di adattarsi alle realtà attuali e alle esigenze future, in particolare quelle
connesse al prossimo allargamento.
Il Consiglio europeo reputa indispensabile che la Conferenza possa ottenere risultati
sufficienti per permettere all'Unione di apportare un valore aggiunto a tutti i suoi cittadini
e di assumere adeguatamente le proprie responsabilità sul piano interno ed esterno.
La Conferenza dei rappresentanti dei Governi degli Stati membri è il meccanismo formale
di revisione dei trattati sui quali si fonda l'Unione. Si tratta di un negoziato tra i governi
nazionali. Le istituzioni dell'Unione sono associate ai lavori della Conferenza secondo
modalità diverse, ma la decisione ultima sulla portata ed il contenuto delle modifiche resta
formalmente di competenza dei rispettivi Governi degli Stati membri.
Le eventuali modifiche decise dalla Conferenza saranno adottate di comune accordo.
Esse entreranno in vigore dopo essere state ratificate da tutti gli Stati membri in
conformità delle rispettive norme costituzionali e saranno successivamente incorporate
nel testo dei trattati.
La CIG 96 è la sesta Conferenza intergovernativa in 45 anni di vita comunitaria, e la
quarta degli ultimi 11 anni. Rispetto alle conferenze precedenti, questa presenta la
peculiarità di essere stata espressamente prevista da una disposizione giuridica.
L'articolo N, paragrafo 2 del trattato sull'Unione europea (TUE) recita infatti: "Una
Conferenza dei rappresentanti dei Governi degli Stati membri sarà convocata nel 1 996".
Il Consiglio europeo di Corfu del 24 e 25 giugno 1994 aveva istituito un Gruppo di
riflessione che preparasse la CIG 96. Nel secondo semestre 1 995 il Gruppo di riflessione
ha condotto un'analisi approfondita delle sfide interne ed esterne cui l'Unione è
confrontata e delle risposte possibili; i risultati sono stati sottoposti al Consiglio europeo
di Madrid. Gli orientamenti contenuti nella relazione del Gruppo di riflessione
costituiscono la base dei lavori della CIG 96.
La CIG 96 dovrà esaminare le disposizioni del TUE di cui il trattato stesso prevede
esplicitamente una revisione, nonché le questioni decise dal Consiglio europeo e da
accordi conclusi tra Consiglio, Commissione e Parlamento europeo. Non si tratta quindi
di una revisione completa del TUE, bensì di una serie di modifiche parziali la cui portata
è andata successivamente ampliandosi. Nell'introduzione della relazione intitolata "Una strategia per l'Europa", il Gruppo di
riflessione ha individuato i seguenti obiettivi principali della Conferenza:
avvicinare l'Europa ai cittadini,
fare in modo che l'Unione funzioni meglio e prepararla all'allargamento,
conferire all'Unione maggior capacità per un'azione esterna.
Il Consiglio europeo ha conferito ai Ministri degli affari esteri degli Stati membri la
responsabilità dell'insieme dei lavori della CIG 96. Essi terranno riunioni periodiche, in
linea di massima una al mese, preparate da un Gruppo composto di un rappresentante
di ognuno di loro e del Presidente della Commissione.
Il Parlamento europeo sarà strettamente associato ai lavori della CIG 96, per poter essere
informato regolarmente e dettagliatamente e poter esprimere il suo punto di vista, se lo
riterrà utile, su tutte le questioni dibattute.
Inoltre, i rappresentanti dei paesi dell'Europa centrale e orientale che hanno concluso
accordi europei e quelli di Malta e Cipro saranno informati regolarmente circa l'andamento
delle discussioni e potranno esporre i loro punti di vista in occasione delle riunioni con
la Presidenza dell'Unione europea. Saranno parimenti informati lo Spazio economico
europeo e la Svizzera.
Il Consiglio europeo ha incaricato il Segretario generale del Consiglio di adottare le
disposizioni necessarie per assicurare il segretariato della futura Conferenza.
Dal Consiglio europeo di Edimburgo dell'11 e 12 dicembre 1992 sono stati compiuti
progressi per rendere l'Unione più trasparente e più accessibile ai cittadini. Il Gruppo di
riflessione reputa che in questo compito rientri anche l'avvio di un processo di
discussione e di spiegazione pubbliche sull'orientamento delle riforme.
In quest'ottica, la presente pubblicazione intende riunire in un unico documento la
relazione del Gruppo di riflessione, nelle sue due parti, ed una serie di riferimenti
documentali di base sulla CIG 96, ossia:
le conclusioni del Consiglio europeo di Madrid sulla Conferenza intergovernativa del
1996,
riferimenti ai contributi delle istituzioni ai lavori del Gruppo di riflessione. CONSIGLIO EUROPEO DI MADRID
(15 E 16 DICEMBRE 1995)
CONCLUSIONI DELLA PRESIDENZA
SULLA
CONFERENZA INTERGOVERNATIVA DEL 1996

Soyez le premier à déposer un commentaire !

17/1000 caractères maximum.

Diffusez cette publication

Vous aimerez aussi

Convention ACP-CEE de Lomé

de COUNCIL-OF-THE-EUROPEAN-UNION

Conventions ACP-CE de Lomé

de COUNCIL-OF-THE-EUROPEAN-UNION

suivant