//img.uscri.be/pth/e3169be7031cd945858ee00a3572ad89689a7970
La lecture en ligne est gratuite
Le téléchargement nécessite un accès à la bibliothèque YouScribe
Tout savoir sur nos offres
Télécharger Lire

Semiramide

De
48 pages

Livret de l’opéra " Semiramide ". Musiques de Gioacchino Rossini. Source : librettidopera.it

Publié par :
Ajouté le : 20 septembre 2011
Lecture(s) : 48
Signaler un abus

Vous aimerez aussi

SEMIRAMIDE
Melodramma tragico.
testi di Gaetano Rossi
musiche di Gioacchino Rossini
Prima esecuzione: 3 febbraio 1823, Venezia.
www.librettidopera.it
1/ 48
Informazioni
Semiramide
Cara lettrice, caro lettore, il sito internetwww.librettidopera.itè dedicato ai libretti d'opera in lingua italiana. Non c'è un intento filologico, troppo complesso per essere trattato con le mie risorse: vi è invece un intento divulgativo, la volontà di far conoscere i vari aspetti di una parte della nostra cultura. Ogni libretto è stato cercato e realizzato con passione: acquistando i compact-disc realizzati aiutate a portare avanti e a migliorare la qualità di questa iniziativa. Motivazioni per scrivere note di ringraziamento non mancano. Contributi e suggerimenti sono giunti da ogni dove, vien da dire «dagli Appennini alle Ande». Tutto questo aiuto mi ha dato e mi sta dando entusiasmo per continuare a migliorare e ampiare gli orizzonti di quest'impresa. Ringrazio quindi: chi mi ha dato consigli su grafica e impostazione del sito, chi ha svolto le operazioni di aggiornamento sul portale, tutti coloro che mettono a disposizione testi e materiali che riguardano la lirica, chi ha donato tempo, chi mi ha prestato hardware, chi mette a disposizione software di qualità a prezzi più che contenuti. Infine ringrazio la mia famiglia, per il tempo rubatole e dedicato a questa attività. I titoli vengono scelti in base a una serie di criteri: disponibilità del materiale, data della prima rappresentazione, autori di testi e musiche, importanza del testo nella storia della lirica, difficoltà di reperimento. A questo punto viene ampliata la varietà del materiale, e la sua affidabilità, tramite acquisti, ricerche in biblioteca, su internet, donazione di materiali da parte di appassionati. Il materiale raccolto viene analizzato e messo a confronto: viene eseguita una trascrizione in formato elettronico. Quindi viene eseguita una revisione del testo tramite rilettura, e con un sistema automatico di rilevazione sia delle anomalie strutturali, sia della validità dei lemmi. Vengono integrati se disponibili i numeri musicali, e individuati i brani più significativi secondo la critica. Viene quindi eseguita una conversione in formato stampabile, che state leggendo. Grazie ancora. DarioZanotti
2/ 48
Libretto n. 6, prima stesura perwww.librettidopera.it: aprile 2002. Ultimo aggiornamento: 05/02/2008.
www.librettidopera.it
G. Rossi / G. Rossini, 1823
P E R S O N A G G I
Personaggi
SEDIMERAMI, regina di Babilonia..........SOPRANO ARSACE, comandante l'armate..........CONTRALTO ASSUR, principe del sangue di Belo..........BASSO IDRENO, re dell'Indo..........TENORE AZEMA, principessa del sangue di Belo..........MEZZOSOPRANO OROE, capo de' magi..........BASSO MITRANE, capitano delle guardie reali..........TENORE L'OMBRA DININO ..........BASSO
Coristi: Satrapi, Magi, Babilonesi, Indiani, Egiziani, Sciti. Coriste: Principesse, Citarede, Dame straniere. Banda militare. Statisti: Guardie reali, Ministri del tempio, séguito d'Indiani, di Sciti, d'Egiziani, Popolo babilonese, Donzelle, Fanciulli, Fanciulle.
L'azione è in Babilonia.
www.librettidopera.it
3/ 48
Atto primo
A T T O P R I M O
Scena prima Magnifico tempio eretto a Belo, festivamente adornato.
Semiramide
[Sinfonia]
Oroe nel santuario a' piedi del simulacro di Belo; Magi che prostrati e chini adorano; Ministri disposti fuori del santuario, e prostrati; Oroe in atto di celeste visione. [N. 1 - Introduzione] OROE(dopo essersi rianimato, e colle braccia tese verso il simulacro) Sì... gran nume... t'intesi. I venerandi tuoi decreti adoro: e l'istante tremendo della giustizia, di vendetta attendo. (s'alza, seco i magi e i ministri) Or dell'Assiria a' popoli accorrenti alle straniere genti, a' prenci, a' regi del nuovo augusto tempio a Belo sacro, ministri, voi l'aurate porte aprite: (i ministri apriranno le due gran porte laterali) e a me d'intorno voi, magi, v'unite. (si ritira in mezzo ai magi al santuario)
4/ 48
www.librettidopera.it
G. Rossi / G. Rossini, 1823
Atto primo
Scena seconda Aperte le porte, la scena va riempiendosi di Babilonesi d'ambi i sessi, di Stranieri, di Donzelle; tutti recano offerte e si dispongono; poi si canta il seguente: CORO Belo si celebri, Belo s'onori; suoni festevoli, mistici cori all'aure echeggino in sì bel dì. È sacro a Belo un sì gran dì. Dal Gange aurato, dal Nilo altero, dal Tigri indomito, dall'orbe intero venite, o popoli, in sì bel dì. È sacro a Belo questo gran dì. In tanta gloria vorrà dal cielo fra noi propizio discender Belo, lieta l'Assiria render così. Entrano gl'Indiani, recando incensi e offerte varie. Dopo essi Idreno; s'appressano al santuario. IDRENO Là dal Gange a te primiero reco omaggi, o dio possente! Or sorridi tu clemente a' bei voti del mio cor: e mercede trovi omai un costante, e vivo amor. CORO In tal dì l'Assiria omai vegga al trono un successor. Grandi e Satrapi che precedono e accompagnano Assur, seguìto da Schiavi, che recheranno le offerte.
www.librettidopera.it
5/ 48
Atto primo
6/ 48
ASSURSì, sperate; sì, esultate: cangerà d'Assiria il fato. Questo giorno desiato d'alti eventi il dì sarà. Al suo trono il successore la regina sceglierà: la mia fede, il mio valore obliare non vorrà. IDRENOE tu aspiri?... OROEE tu pretendi?... (grave) ASSURDi regnar, di Nino al trono. OROETu?... (che orror!) ASSURSai pur ch'io sono... OROESo chi è Assur... Sì, tutto io so. (marcato) ASSUR(A quei detti, a quell'aspetto fremer sento il cor nel petto, celo a stento il mio furor.) IDRENO EOROE(A quei detti, a quell'aspetto fremer sento il cor nel petto, celo a stento il mio terror.) CORO Ma di plausi clamor giulivo echeggia, di lieti suon fragor già la festeggia. Qual dèa nel suo fulgor già s'avvicina... Ah! vien, de' nostri cor, bella regina.
www.librettidopera.it
Semiramide
Insieme
G. Rossi / G. Rossini, 1823
Atto primo
Scena terza Guardie reali, Satrapi, Principi, Capitani che precedono Semiramide, la quale comparisce con Azema e Mitrane, accompagnata da Principesse e Damigelle con ricchi doni da offrirsi a Belo. Schiavi. CORO Ah! ti vediamo ancor! Resa ci sei! A voi di tal favor sien grazie, o dèi! Alfin lo sguardo, il cor pasciamo in te... conosci il nostro amor, la nostra fé. In lei, clementi dèi, serbate ognor d'Assiria lo splendor, il nostro amor. AZEMA, IDRENO, ASSUR, OROE ECORO Di tanti regi, e popoli che miri a te d'intorno, fra voti atteso, e palpiti, ecco, o regina, il dì. SEDIMEIMAR (Fra tanti regi, e popoli, de' numi nel soggiorno e perché tremi, e palpiti, misero cor, così?) ASSUR Regina, all'ara: e giura ch'oggi all'Assiria omai fra noi tu sceglierai di Nino il successor. SEMEIDAMIR(s'avanza all'ara) Ebben... (si ferma, e osserva d'intorno) ASSUR, IDRENO EA che t'arresti? CORO SRIMEEIDAM(come sopra) (Egli non v'è!) ASSUR, IDRENO EChe attendi?... CORO
www.librettidopera.it
7/ 48
Semiramide
Atto primo SEEMIRAMIDDi Nino... (esitando) Lampo vivissimo. SMEMARIEDIOh ciel! (atterrita) OROESospendi. Tuono: si spegne il fuoco sacro dell'ara; sorpresa, confusione, terror generale. OROEMira. TUTTIChe fia?... che orror! TUTTIAh! già il sacro foco è spento. Tuona irato il ciel, s'oscura: trema il tempio. Infausto evento! Qual minaccia a noi sciagura! L'alma agghiaccia di spavento... Ah! di noi che mai sarà!
8/ 48
SIMEEDIMAROh tu de' magi venerabil capo, mortal diletto al ciel, de' cenni suoi interprete fedel, parla: placato ancor non è con... Babilonia? OROE(fissando Semiramide) (marcato)Ancora vi sono colpe... atroci colpe, ascose, (fissando Assur) ed impunite. IDRENOQual tremendo arcano! SMIEDEMIRA(Ciel!) ASSUR(Quale sguardo!) SEIMARMIDEMa dunque? OROELontano (sempre marcato)forse non è l'istante di vendetta, di pace. SEDIMARIME(Oh! ritornasse Arsace!) ASSURE al trono il successor? OROESarà nomato. ASSURE quando? OROEIn questo giorno, appena arrivi da Menfi il sacro oracolo. www.librettidopera.it
Recitativo
Atto primo
G. Rossi / G. Rossini, 1823 SARIMEDIME(Io ne tremo.) IDRENORegina tu conosci , i dolci affetti miei. ASSUR Nelle mie vene scorre il sangue di Belo e tu dèi bene, regina, rammentar... SREIDMIAMETutto rammento, sì... tutto, Assur. V'attendo, prenci, alla reggia. ~ Il sospirato messo coll'oracolo sacro, Oroe, m'invia ~ e intanto a' voti miei propizii implora in sì gran dì gli dèi. (parte, seco tutti) Scena quarta Oroe. OROEGli dèi son giusti. ~ Io tremo pe 'l suo destino: e la compiango, e gemo. (entra nel santuario) Scena quinta Arsace. Due Schiavi seco, recando una cassetta chiusa. [N. 2 - Recitativo e Cavatina]
ARSACEEccomi alfine in Babilonia. ~ È questo di Belo il tempio. ~ Qual silenzio augusto più venerando ancor rende il soggiorno della divinità! ~ Quale nel seno a me, guerrier, nudrito fra l'orror delle pugne, ora si desta, del nume formidabile all'aspetto, insolito terror, sacro rispetto! ~ E da me questo nume che può voler? Morendo il genitore qui m'inviò: segreto cenno di Semiramide mi chiama rapido alla sua reggia... ed anelante ad Azema, al su' ben l'ardente core qui volava sull'ali dell'amore.
www.librettidopera.it
9/ 48
Atto primo
10/ 48
ARSACE Ah! quel giorno ognor rammento di mia gloria e di contento che fra barbari potei vita e onore a lei serbar. L'involava in queste braccia al suo vile rapitore; io sentia contro il mio core il suo core palpitar. Schiuse il ciglio, mi guardò... Mi sorrise... sospirò... Oh! come da quel dì tutto per me cangiò! Quel guardo mi rapì quest'anima avvampò... Il ciel per me s'aprì, amore m'animò... d'Azema, e di quel dì scordarmi io mai saprò.
ARSACEMinistri, al gran pontefice annunziate il figlio di Fradate. Scena sesta Oroe, arrivando, ed Arsace. OROEIo t'attendeva, Arsace. ARSACE(per prostrarsi) A' piedi tuoi... OROESorgi, vieni al mio sen. (abbracciandolo) ARSACEDel padre mio l'estremo cenno a te mi guida. OROEUn dio, cui sei caro, che regge il tuo destino, a me ti trasse. ARSACE(presentandogli la cassetta) Questi preziosi pegni ch'ei tenne ad ogni sguardo ascosi...
www.librettidopera.it
Semiramide Cavatina
Recitativo
Atto primo
G. Rossi / G. Rossini, 1823 OROEOh! sì: porgili. ~ Alfine io vi miro, io vi bacio, o sacri avanzi del più grande dei regi. ~ Ecco il tremendo foglio di morte. ~ Il regio serto è questo... adoralo. ~ (marcato) Ecco il brando che lo dée vendicar: brando temuto che domò l'Asia e soggiogò l'Egitto... inutil arme contro il tradimento, contro il veleno. ~ ARSACEGiusto ciel! ~ che sento! ~ E come? ~ e forse? OROEArcano è ancor. ARSACEMa Nino? OROEMorì tradito. ~ ARSACEE chi? ~ OROEervando)(oss Nel tempio, a noi s'appressa alcuno. ~ (marcato) È Assur. ~ Oh! mostro. ~ Un dio qui invan ti guidò. ~ Qui torna: addio. (rientra; due ministri portano seco la cassetta) Scena settima Arsace; indi Assur; Séguito con esso, che rimane nel fondo. ARSACEQuali accenti! ~ e che mai deggio pensar? ~ e questo Assur ch'io già detesto?... ASSURÈ dunque vero? ~ Audace! Senza un mio cenno in Babilonia Arsace! ARSACE(Quale orgoglio!) ASSURRispondi. ~ A che lasciasti il campo a te fidato? ~ e chi ti guida del Caucaso all'Eufrate? ARSACEDella mia... e tua regina un cenno ~ ed il mio core. ASSURIl tuo core? ~ Oseresti chiedere a Semiramide?...
www.librettidopera.it
11/ 48