Una politica agraria comune per gli anni
108 pages
Romanian
Le téléchargement nécessite un accès à la bibliothèque YouScribe
Tout savoir sur nos offres

Una politica agraria comune per gli anni '90

-

Le téléchargement nécessite un accès à la bibliothèque YouScribe
Tout savoir sur nos offres
108 pages
Romanian

Description

Periodico 5/1989 UNA POLITICA AGRARIA COMUNE PER GLI ANNI '90 DOCUMENTAZIONE EUROPEA Nella stessa collezione L'istruzione dei figli dei lavoratori migranti nella Comunità europea (esaurito) Tutela dei lavoratori nelle imprese multinazionali (esaurito) Il commercio estero della Comunità europeaLa formazione degli insegnanti nella Comunità europea (esaurito) Ostacoli tecnici: la Comunità europea apre le frontiereLa politica europea e i paesi in via di sviluppo (esaurito) Un ruolo più importante nell'impresa per il lavoratore europeo (esaurito) Il consumatore nella Comunità europea (esaurito) 25 anni di relazioni esterne della Comunità europea (esaurito) Il secondo ampliamento dellaà europeaLa Comunità e le sue regioni (terza edizione) (esaurito) L'azione della Comunità europea nel settore culturale (esaurito) La Comunità europea e la formazione professionaleUnione economica e monetaria europea (seconda edizione) (esaurito) La libera circolazione delle persone nella Comunità europea (esaurito!

Sujets

Informations

Publié par
Nombre de lectures 12
Langue Romanian
Poids de l'ouvrage 3 Mo

Exrait

Periodico 5/1989
UNA POLITICA
AGRARIA COMUNE
PER GLI ANNI '90
DOCUMENTAZIONE EUROPEA Nella stessa collezione
L'istruzione dei figli dei lavoratori migranti nella Comunità europea (esaurito)
Tutela dei lavoratori nelle imprese multinazionali (esaurito)
Il commercio estero della Comunità europea
La formazione degli insegnanti nella Comunità europea (esaurito)
Ostacoli tecnici: la Comunità europea apre le frontiere
La politica europea e i paesi in via di sviluppo (esaurito)
Un ruolo più importante nell'impresa per il lavoratore europeo (esaurito)
Il consumatore nella Comunità europea (esaurito)
25 anni di relazioni esterne della Comunità europea (esaurito)
Il secondo ampliamento dellaà europea
La Comunità e le sue regioni (terza edizione) (esaurito)
L'azione della Comunità europea nel settore culturale (esaurito)
La Comunità europea e la formazione professionale
Unione economica e monetaria europea (seconda edizione) (esaurito)
La libera circolazione delle persone nella Comunità europea (esaurito!
Una politica dell'istruzione per l'Europa (seconda edizione) (esaurito)
La strategia industriale della Comunità europea (esaurito)
La Comunità europea e il problema dell'energia (terza edizione) (esaurito)
La politica sociale della Comunità europea (terza edizione) (esaurito)
L'unione doganale (terza edizione) (esaurito)
La politica dei trasporti della Comunità europea (seconda edizione) (esaurito)
Le donne nella Comunità europea (esaurito)
La Comunità europea e il suo ordinamento giuridico (seconda edizione) (esaurito)
L'economia della Comunità europea (seconda edizione) (esaurito)
La politica della pesca della Comunità europea (esaurito)
La Comunità europea e il Mediterraneo
La sicurezza nucleare nelle Comunità europea (esaurito)
Il bilancio della Comunità europea (quarta edizione) (esaurito)
L'ABC del diritto comunitario (seconda
(¡li europei si vedono così: uno sguardo sull'opinione pubblica europea dal 1973 al 1986 (seconda edizione)
(esaurito)
lä Corte di giustizia della Comunità europea (quarta edizione)
(contìnua in 3a pagina di copertina)
Servizio autori:
Divisione IX/E-5 — Coordinamento e preparazione delle pubblicazioni Una politica agraria comune per gli anni '90
(quinta edizione)
Manoscritto ultimato nel luglio 1989 La presente pubblicazione è edita anche nelle seguenti lingue:
ISBN 92 826­0631­7 Una politica agraria común para los años noventa ES
DA ISBN 92 8260632­5 En Fælles Landbrugspolitik for 1990'erne
DE ISBN 92 826­0633­3 Eine gemeinsame Agrarpolitik für die neunziger Jahre
GR ISBN 92 826­0634­1 Κοιυή γεωργική πολιτική για τη δεκαετία τον 1990
ISBN 92 8260635X IN Α common agricultural policy for the 1990s
IR ISBN 92 8260636­8 Une politique agricole commune pour les années 90
NI. ISBN 92 8260638­4 Een gemeenschappelijk landbouwbeleid voor de jaren negentig
l'I ISBN 92 8260639­2 Urna politica agricola comum para os anos noventa
Una scheda bibliografica figura alla fine del volume.
Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee. 1989
ISBN 92-826-0637 6
N. di catalogo: CB-55-89-358 ITC
1 testi che compaiono in questa pubblicazione possono essere riprodotti, integralmente od in parte, con citazio­
ne della fonte.
Printed in lite IR of Germany Indice
Introduzione: un nuovo orizzonte per l'agricoltura e la politica agraria 5
A — L'agricoltura in un'Europa senza confini: la prospettivadel19925
Β — europea in fase di trasformazione 6
Il — Politica agraria comune: perchéecome?9
A — Argomenti a favore di unapoliticaagrariacomune9
1. Perché una politica agraria?9
2. Una politica agraria comune: la soluzione migliore12
3. L'istituzione della politica agraria comune14
4. Principi univoci 16
5. Il ruolo delle politiche agrarie nazionali 17
Β —Politicadeiprezziedimercato18
1.Leprincipaliorganizzazionidimercato18
2.Unmodelloclassico:l'organizzazionecomunedimercato dei cereali20
3.Unaspettoparticolare:iprezziagricoli21
4.Unmeccanismocorrettore:gliimporticompensativi monetari 24
C — Una nuova dimensione: la politica delle strutture agrarie26
1. L'agricoltura europea: un vero e proprio mosaico 26
2. Dal coordinamento delle politiche nazionali a una politica comune delle strutture
agrarie 27
3.Ammodernamento, ringiovanimento,formazione:le direttive sociostrutturali28
4.Programmi regionali e azioni prioritarie30
5.Obiettiviambiziosi, risultati modesti32
D—Miticacomune e cassa comune: il FEAOG 34
1.Solidarietà finanziaria: unprincipiobasilaredellaComunità34
2.Finanziamento della politicadimercatoedeiprezzi: la sezione garanzia35
3. o della astrutturale:lasezione orientamento 37
4. L'evoluzione delle speseagricole38
/■" — la Comunità e gli scambi agricoliconilrestodelmondo 39
1. Partecipazione attiva agli scambi mondiali39
2. Per un interscambio su scala mondiale:lapoliticacommercialeagraria413. Partner più leali negli scambi mondiali 43
4. Scambi agricoli con il Terzo mondo: mercati aperti per uno sviluppo autonomo .... 44
5. I negoziati commercialinelquadrodelGatt: nuove prospettive per gliscambiagricoli
mondiali 46
/■'—//quadroistituzionale:achispettanoledecisioni?48
1.Leistituzioni della Comunità48
2.Processodecisionale e attinormativi49
3.Laprocedura del comitato di gestione:l'amministrazione corrente della politica agraria
comune50
4.Unesempioclassico: i negoziati sui prezzi agricoli 51
III — Li riforma della politica agraria comune 55
A — Perché la riforma?55
1. Il problema fondamentale:leeccedenzeagricole55
2. Un contrastostridente:speseagricolepiùelevate e redditi dei produttoriindiminuzione58
3. Crescenti tensionialivellointernazionale60
4. Problemi irrisolti,nuovesfide62
li — IJJ riforma dellapoliticadeimercatiedeiprezzi64
1. Dal Libro verde dellaCommissionealledecisioni in materia di riforma64
2. Un caso particolare: il sistemadellequote nel settore lattiero-caseario 67
3. Una politica dei prezzi restrittiva 67
4. Maggiore responsabilitàdeiproduttorisul mercato69
5. Una strada nuova:messaariposodeiseminativi, estensivazione ericonversionedella
produzione73
6. Una disciplinadibilanciopiùrigorosa75
7. Eliminazionedellevecchiescorte76
8. Un primo bilancioprovvisorio77
C" — Aiuti specifici e misure di politica strutturale78
1. Una politica su misura per i piccoli produttori 79
2. Aiuti diretti al reddito: gli agricoltorisonoforsedegliassistiti?79
3. Alternative per gli agricoltoripiùanziani:ilprogramma relativo al pensionamento
anticipato 80
4.Nuovepriorità della politicadellestruttureagrarie81
5.Unamigliore organizzazione delleaziende82
IV—Prospettivefuture83
1.Ilsettoreagricolocome parte integrante dell'economia S3
2.Politichecomunitarie più integrate:lariformadeifondistrutturaliS4
3.Unfuturoperilmondo ruraleS5
4. Salvare il paesaggio o inquinare l'ambiente:agricolturaeambienteSS
5. Qualità e varietà: la domanda di prodottialimentari90
6. Nuovi mercati grazie all'industria e alla tecnologia?91
Riferimenti bibliografici 93I — Introduzione: un nuovo orizzonte
per l'agricoltura e la politica agraria
A — L'agricoltura in un'Europa senza confini:
la prospettiva del 1992
Per molto tempo l'agricoltura e la politica agraria hanno svolto un ruolo di battistrada
nel processo di unificazione dell'Europa. La politica agraria è stato uno dei primi settori
per i quali gli Stati membri hanno trasferito parte della loro sovranità a favore della Comu­
nità, ciò che ha consentito di fissare regole uniformi valide per tutti. L'agricoltura ha con­
sentito di individuare molto rapidamente i vantaggi che offre un mercato comune senza
confini nazionali. L'obiettivo «1992», ovvero la creazione di un vero e proprio mercato
unico in cui le merci, i servizi, le persone e i capitali possono circolare liberamente, pone
però l'Europa verde di fronte a nuove sfide.
Ciò riguarda l'eliminazione degli ostacoli agli scambi di prodotti agricoli che derivano da­
gli importi compensativi monetari, da talune misure fitosanitarie nonché da disparità che
esistono, fra Stati membri, nel settore fiscale. Si tratta inoltre dell'adattamento della politi­
ca agraria comune per eliminare tutte quelle disposizioni che possono ostacolare il proces­
so di integrazione dell'agricoltura a livello comunitario e di favorire in tal modo un impie­
go più equilibrato e razionale delle risorse umane, delle risorse naturali nonché dei capitali
impegnati nel settore agricolo.
Negli ultimi venticinque anni l'agricoltura europea ha subito radicali trasformazioni. In
molti Stati membri e in numerose regioni l'agricoltura tradizionale è divenuta un settore
economico moderno, strettamente connesso con l'industria di trasformazione e questo
processo deve continuare in futuro se l'agricoltura vuole sfruttare tutte le possibilità che
le si presentano.
La produzione di generi alimentari e di materie prime agricole rappresenta però solo un
aspetto dell' Europa verde. In vaste zone della Comunità l'agricoltura è tuttora un fattore
fondamentale per il mantenimento di strutture sociali ed economiche equilibrate nonché
di condizioni naturali sane. Ed è proprio negli Stati membri e nelle regioni economica­
mente più deboli che il settore agricolo continua a svolgere un ruolo fondamentale per
l'equilibrio rurale.
Se la Comunità vuole rimanere unita e migliorare le condizioni di vita sociali ed economi­
che nelle regioni meno progredite, l'ambiente rurale ha bisogno di nuovi impulsi che favo-
5 riscano uno sviluppo globale anche al di fuori del settore agricolo. Sono necessarie alter­
native economiche che consentano di creare nuovi posti di lavoro e nuove fonti di reddito
per un ulteriore cambiamento delle strutture agrarie e per uno sviluppo equilibrato di tut­
te le regioni rurali.
Β — L'agricoltura europea in fase di trasformazione
Pochi settori dell'economia hanno registrato cambiamenti cosi rapidi e fondamentali co­
me quelli che ha vissuto l'agricoltura europea. Nel 1960 il settore agricolo della Comunità
dei Sei contava una popolazione attiva di 15.2 milioni di persone. Nel 1987 la popolazione
attiva era di soli 5.2 milioni, ovvero un terzo. Con l'adesione della Spagna e del Portogallo,
l'attuale Comunità dei Dodici conta poco più di 10 milioni di occupati nel settore agrico­
lo. In media essi rappresentano poco più dell'8% della popolazione attiva anche se la si­
tuazione varia sensibilmente da uno Stato membro all'altro: se in Grecia il 30% della po­
polazione attiva è tuttora occupata nel settore agricolo, questa quota è inferiore al 5%
in altri paesi come la Repubblica federale di Germania, il Lussemburgo, il Belgio, il Regno
Unito o i Paesi Bassi.
Fino al 1973 l'esodo è stato accelerato. L'espansione dei settori industriali e dei servizi
ha creato i posti di lavoro necessari per assorbire la manodopera che ha abbandonato l'a­
gricoltura. Λ partire dalla metà degli anni '70 questo esodo ha subito un sensibile rallenta­
mento, passando da una media del 4,5% a meno del 2%.
Parallelamente all'esodo degli occupati dal settore agricolo si è anche ridotto sensibilmen­
te il numero delle aziende agricole. Dei 6.4 milioni di aziende agricole attive nella Comu­
nità dei Sei nel 1960 sono rimasti solo 4.8 i di e vent'anni dopo. Dal 1960
al 1986 la superficie media delle aziende è aumentata, passando da 12 a poco meno di
20 ha. In media, nella Comunità dei Dodici, la superficie delle aziende è di soli 9 ha con
differenze considerevoli da uno Stato membro all'altro: se gli agricoltori greci e portoghesi
devono accontentarsi di meno di 5 ha. le aziende agricole del Regno Unito hanno in media
una superficie di 65 ha.
L'esodo rurale ha comportato una nettissima diminuzione del numero delle aziende e.
di conseguenza, l'incremento e la specializzazione delle strutture attuali. Gli agricoltori
concentrano sempre più la loro attività in pochi settori di produzione che offrono prospet­
tive migliori per condizioni naturali e per gli sbocchi. Gli investimenti in macchinari, im­
pianti e attrezzature sono aumentati considerevolmente: il progresso tecnico, unitamente
a una specializzazione più spinta, ha reso possibile un incremento della produzione. L'a­
gricoltore odierno utilizza quantitativi molto più consistenti di concimi, fitofarmaci, se­
menti di qualità e foraggi concentrati rispetto al passato. Gli incrementi della produzione Dati relativi alle strutture dell'agricoltura europea, 1986
Aggregali Unità ü DK D CR i: F IRL I ι. NL I' UK EUR 12
Superficie agricola
utilizzata Mio di ha 1412 2 823 12 000 5 741 27 213 31418 5 676 17 445 128 2 025 4 532 18612 129 023
Valore della produzione
finale dell'agricoltura Mio di ecu 5 391 6 701 26 859 7 887 20 356 41062 3815 33 964 164 14 162 19 429 179 789
Aliquota a
nel prodotto interno lordo % 2,5 5,0 1,8 16,6 6,1 3,7 10,2 5,0 2,6 4,2 1,8 3,5
Numero di persone attive
nei settori agricoltura,
caccia, foreste e pesca Migliaia 103 178 1 348 I 026 1 742 1 536 168 2 242 6,5 248 890 619 10 104
Aliquota degli addetti
agricoli sul totale della
popolazione attiva % 2,9 16,1 6,8 5,3 28,5 7,3 15,8 10,9 4,0 4,8 21,9 2,6 8,3
Numero di aziende
agricole Migliaia 98 92 740 952 1 818 1057 220 2 801 4 136 769 258 8 947
Superficie agricola utiliz­
zata per azienda (media) ha 14,1 30,7 16,0 4,3 12,9 27,0 22,7 5,6 28,6 14,9 4,3 65,1 8,9 registrati negli ultimi vent'anni sono anzitutto il risultato di un incremento delle rese e
non dell'ampliamento della superficie coltivata. Va osservato che fra il 1973 e il 1986 la
superficie coltivata a cereali nella Comunità è infatti diminuita di un buon 3% ma la pro­
duzione è aumentata del 27% grazie all'incremento delle rese per ettaro. La tabella a pag.
7 fornisce una visione globale dei dati più importanti relativi all'agricoltura europea.